Figlia vegana minaccia la madre per aver cucinato il ragù: “Smettila o ti uccido”

Il caso è arrivato davanti al Giudice di Pace di Modena

Fonte: www.misya.info
0

Lasagne, tagliatelle o delle semplici mezze penne: non si sa quale fosse la ricetta nella mente di una signora modenese, mentre girava lentamente il ragù a fiamma bassa, seguendo attentamente la tradizione. Se per alcuni il profumo di questo tipico sugo è irresistibilmente buono, anche quando sprigionato alle otto della domenica mattina, per altri non è proprio così.




Il ragù della discordia

La signora rimestava ignara di stare compiendo quello che per la figlia vegana era un vero e proprio crimine. All’improvviso, la donna più giovane è entrata in cucina e, infastidita pesantemente dall’odore di carne diffusosi per tutta la casa, ha aggredito la madre. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta di Modena, avrebbe urlato:

Adesso ci penso io a farti smettere! Se non la pianti di fare il ragù ti pianto un coltello nella pancia!

Queste le parole riportate nella denuncia. Sì, perché la madre non ha ammesso che le fossero indirizzate simili minacce e ha denunciato la figlia. Ora il caso è giunto davanti al Giudice di Pace di Modena che tenterà una conciliazione. Il fatto costituisce minaccia semplice, un reato minore. Il singolare battibecco risale in realtà al marzo 2016. Ora vi è stata la prima udienza tenuta dal giudice Nadia Trifirò e la prossima è fissata a giugno. Se il tentativo di conciliazione non funziona, si andrà avanti con la causa fino ad una sentenza.

Una convivenza difficile

La madre, 68 anni, è la tipica donna che ama la cucina tradizionale e le ricette di una volta. Vive insieme alla figlia, 47 anni, disoccupata. Quest’ultima con il passare del tempo è diventata una vegana convinta o forse sarebbe più corretto definirla una vera e propria “nazi-vegana. Inevitabilmente i gusti alimentari delle due donne sono diventati completamente diversi, anzi, opposti.

Perciò, nei mesi successivi alla “conversione“, i rimproveri della figlia alla madre sono stati incessanti. Le attitudini carnivore materne costituivano un problema molto grave e anche il solo odore di carne mandava in escandescenze la donna più giovane. Finché la situazione non è del tutto precipitata con quel ragù. Per la figlia vegana è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Disgustata, ha attaccato la madre e ne è nato il solito battibecco. Questa volta, però, ci sono state delle conseguenze legali. 

Una storia assurda, se si pensa che il tutto è accaduto tra le mure domestiche, con protagoniste una madre e una figlia. Il fatto è ancora più incredibile se si pensa che qualcuno, pur di salvare un vitello, arrivi a minacciare di morte la propria madre. 

Rossella Micaletto

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi