Ford e Walmart insieme per le consegne a domicilio con automobili senza guidatore

Coinvolta anche Postmates, start-up specializzata nelle consegne

La collaborazione metterà alla prova i veicoli di casa Ford in situazioni quotidiane come la consegna a domicilio della spesa.

Un'auto Ford che nei prossimi mesi consegnerà la spesa direttamente a casa. Fonte: news.walmart.com
0

Walmart, grande catena di supermercati statunitense, e la fabbrica d’automobili Ford hanno raggiunto un accordo per mettere in pratica un progetto in cui verranno utilizzate automobili senza guidatore.

ford walmart
Sebbene le auto usate sono quelle a guida autonoma, è stata garantita la presenza di un assistente umano. Fonte: news.walmart.com

L’esperimento, come annunciato dal comunicato stampa di Walmart avrà inizio nei primi mesi del 2019 in Florida, nella contea di Miami-Dade e oltre alle due note compagnie americane si vedrà la partecipazione di una start-up per consegne a domicilio, Postmates. Lo stesso tipo di progetto ha coinvolto anche la celebre catena di pizzerie Domino’s, sempre a Miami.

Tale collaborazione tuttavia nasce da diverse esigenze: infatti, Walmart deve far i conti con Amazon, che negli Stati Uniti ha un servizio di consegna a domicilio molto competitivo e rivolto ad un futuro uso dei droni per le consegne; per Ford invece è l’occasione di ottenere il riscontro dei consumatori sull’uso delle macchine autopilotate: si tratta quindi di avere una base su cui lavorare per le prossime proposte da offrire al mercato, oltre a fornire dei dati concreti sulla percezione dei clienti e spunti per miglioramenti futuri.

La Ford, come prima accennato, sta già collaborando con altre aziende, sia a livello locale che nazionale, ma l’accordo con Walmart si differenzia per la tipologia degli oggetti da consegnare: prodotti alimentari come frutta e verdura, che fanno parte della spesa giornaliera o settimanale di ogni famiglia.




Il servizio di consegna con auto senza guidatore potrà essere scelto dall’acquirente sul sito di Walmart volontariamenteogni auto avrà comunque un assistente umano, che però non interagirà con i clienti, in modo da simulare il più possibile un’esperienza cliente umano-macchina senza l’intermediazione di nessun altro, che è l’obiettivo finale del progetto; quest’idea pone in essere tante altre problematiche di tipo pratico, come un sistema di sicurezza che permetta ai clienti di ritirare i propri acquisti.

La Ford in questi anni è apparsa  molto indietro nell’ambito delle auto a guida automatica rispetto ad altri suoi concorrenti, ma l’attenzione dei ricercatori della grande azienda americana si era concentrata maggiormente sulla reazione delle persone a tale tecnologia e alla sua applicazione nella vita quotidiana, un aspetto importante tanto quanto quello tecnico.

L’iniziativa di Ford e Walmart non è tuttavia la prima né l’unica: in Arizona la Nuro, compagnia fondata da alcuni ex-membri del gruppo di sviluppo del progetto Google Car, sta collaborando per il servizio di consegna a domicilio con la catena Kroger, altra importante azienda di vendita al dettaglio di prodotti alimentari.

Barbara Milano.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi