Freddie Mercury: da Zanzibar all’ultimo concerto dei Queen

Il 9 Agosto 1986 Freddie Mercury si esibiva con i Queen per l'ultima volta.

A distanza di trent’anni dall’ultimo concerto con i Queen ripercorriamo l’affascinante vita di Freddie Mercury da Zanzibar passando per l’India fino al suo successo mondiale.

0

Farrokh Bulgara alias Freddie Mercury è nato a Zanzibar il 5 Settembre del 1946. La sua casa, al centro di Stowe Town, è ancora oggi visitata da numerosi turisti. C’è ben poco da vedere solo una porta, la sua foto e niente più.  Però fa sempre sognare l’idea che da un paesino africano semi sconosciuto, sia riuscito ad arrivare ad essere uno degli artisti più noti al mondo. Forse per questo ancora oggi con stupore ci si ferma davanti a quella porta.

Il giovane Freddie Mercury attraverso i continenti

Il piccolo Freddie Mercury rimane in Africa solo fino a sei anni. Si trasferisce poi, con la sua famiglia di origini indiane, a Bombay. E’ proprio qui che alcuni insegnanti cominciano ad accorgersi delle sue doti musicali. Freddy si impegna seriamente negli studi di pianoforte e canto. Ma è solo nel 1960, quando si trasferisce a Londra che ha inizio la sua vera avventura nella musica. Conosce infatti Roger Meddows Taylor e Brian May che suoneranno con lui nei Queen. All’inizio del 1973 la band appena formata stava già registrando il primo album. Una curiosità: negli studi di registrazione, i famosi Trident Studios di Londra, ai futuri Queen venivano assegnati gli orari peggiori, anche detti “Orari Oscuri”, ovvero dalle 3 alle 7 del mattino. Questo perché non (ancora) considerati all’altezza di chi registrò lì prima di loro. Un esempio tra tutti il Duca Bianco, David Bowie. Ironia della sorte collaboreranno proprio con lui nel 1981 per la realizzazione del fortunato brano Under Pressure).

L’eccentricità di Freddie Mercury

Da qui in avanti la carriera musicale dei Queen è inarrestabile: sono annoverati tra i primi dieci artisti che hanno venduto più album al mondo ( 300 e rotti milioni). Il loro successo è senz’altro dato dalla musica ma anche dal carattere eccentrico del loro frontman Freddie Mercury. Dichiarò lui stesso:

…l’eccesso fa parte della mia natura. La noia è una malattia. Non sopporto di annoiarmi. Ho bisogno di pericolo e di emozione…

Forse fu proprio questo suo modo di vivere a condurlo alla morte. Il cantante si spense alle 18.48 del 24 Novembre 1991 dopo una lunga lotta contro l’AIDS. Poche ore prima aveva rilasciato un comunicato per i suoi fan dove svelava la sua terribile malattia.

L’ultimo concerto dei Queen

Freddy Mercury durante un'esibizione
Freddy Mercury, il leader dei Queen

 

Da qui l’importanza che ha avuto per i fan l’ultimo concerto che si tenne il 9 Agosto 1986 a Knewborth Park, pochi chilometri a sud di Londra. La band si esibì nei suoi brani più eccellenti come Bohemian Rapsody, We are the Champions e God Save the Queen. Centoventimila persone avevano pagato poco più di 14 sterline per un concerto che entrerà nella storia. Un anno dopo, infatti, Freddie scoprì di essere malato e non si esibì mai più.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi