Funzioni del sonno: le sinapsi si restringono mentre dormiamo

Uno studio effettuato sul cervello dei topi da ricercatori del CSC “Centro per il sonno e la coscienza” del Wisconsin e pubblicato su Science fornisce importanti informazioni sulle funzioni del sonno in relazione al buon funzionamento del cervello: le sinapsi si restringono addirittura del 20% mentre dormiamo (o almeno è quanto avviene nei topi).Funzionamento del cervello: sinapsi

Cosa ha scoperto lo studio del CSC
Lo studio, durato quattro anni, ha studiato il cervello dei topi grazie alle moderne tecniche di indagine, in particolare il team guidato dalla dottoressa Chiara Cirelli e dal dottor Giulio Tononi, ha effettuato scansioni col microscopio elettronico e ha usato una tecnica che ha permesso di creare un’immagine tridimensionale di  6.920 sinapsi. Il meccanismo che, manco a dirlo, è abbastanza complesso, può essere sintetizzato nel fatto che questo restringimento è innescato da un gene chiamato Homer1a, durante la veglia questo gene si accumula nei neuroni degli animali, ma non nelle connessioni tra i singoli neuroni (le sinapsi appunto) a causa degli alti livelli di noradrenalina che lo contrastano, durante le ore di sonno però la noradrenalina crolla e l’Homer1a si accumula e innesca il processo di restringimento. Una cosa interessante è che non tutte le connessioni si riducono, quelle più interessate dal processo sono le connessioni plastiche e meno stabili, mentre ne sono scarsamente toccate le sinapsi stabili.
Significato dello studio
Sappiamo ancora davvero poco delle funzioni del sonno a livello biologico, sappiamo si che il sonno è indispensabile, che è molto importante per il nostro cervello, ma lo sappiamo sopratutto perchè abbiamo osservato gli effetti della deprivazione, come il nostro cervello ne viene affetto, non perchè ne comprendiamo intimamente i processi biologici. Il comportamento osservato delle sinapsi è compatibile con l’ipotesi che una delle funzioni del sonno sia ridurre la dimensione delle sinapsi che sono state attive durante il giorno e sono quindi “gonfie”, il restringimento farebbe spazio per nuove connessioni che si formeranno il giorno dopo. Le sinapsi stabili corrispondono a conoscenze e percorsi neuronali ormai fissati, se mi passate il termine da divulgatore non addetto ai lavori: ottimizzati, quindi non ci sono eccessi da ridurre.

Roberto Todini

9 Thoughts

  1. So where would you begin? First thing you certainly can certainly do is start incorporating neighborhood to your
    own keyword phrases. A superb instance is if you are attempting to sell essential oils, your
    key words can possibly be”essential oils,”
    or even”high quality essential oils.” Nowadays you wish to introduce nearby, so you can just turn your key word to some long-term key word using spot, these as for example for instance”essential oils London” or”essential oils in New York” as examples.

  2. Excellent site you have here but I was curious if you knew of any message boards that cover the
    same topics discussed here? I’d really love to be a part
    of online community where I can get opinions from other knowledgeable people that share the same interest.
    If you have any recommendations, please let me
    know. Thanks a lot!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *