Le migliori 100 gaffe del Governo negli ultimi sei mesi

Sì, sono tutte vere. Sì, solo negli ultimi sei mesi. E no: non ci sarebbe niente da ridere.

Un’appassionante lettura da affrontare sotto l’ombrellone per capire chi sia il vero mattatore del governo gialloverde. Il re delle gaffe del Governo sarà forse il quotatissimo Di Maio? O, forse, dovrà ancora una volta cedere il trono a Salvini? Incredibilmente fa sentire la sua voce pure il premier Conte che, però, si contende il podio con il ministro Toninelli.

0

E’ stato un duro lavoro, ma qualcuno doveva pur farlo. Una lettura da affrontare sotto l’ombrellone per decretare il vero mattatore vero del governo gialloverde. Il re delle gaffe del Governo sarà forse il quotatissimo Di Maio? O, forse, dovrà ancora una volta cedere il trono a Salvini? Attenzione, perché pure Toninelli e il premier Conte non scherzano.




Febbraio 2019

  • “Ma oggi non applaudite nessuno? Eh? Si può? Lo potete fare un applauso? Eh? Grazie!”, Di Battista a Di Martedì, 12 febbraio 2019
  • “Grazie a @virginiaraggi per importante segnalazione su problema che riguarda i RISCIÒ a #Roma: mezzi a vocazione turistica che oggi sono inquadrati come #ncc. Seguirò la questione e inseriremo soluzione in imminente riforma #codicedellastrada”, ministro Toninelli, 13 febbraio 2019.
  • “Io accetto tutto, accetto che il popolo abruzzese abbia deciso e ha fatto benissimo… Chiedo solo una cosa ufficialmente, che ci diano indietro i 700 mila di euro che gli abbiamo dato l’anno scorso, quattro ambulanze e gli spazzaneve a turbina”, Beppe Grillo, 12 febbraio 2019, dopo la sconfitta in Abruzzo
  • “… società off-shore dislocate in PARADISI ARTIFICIALI” (fiscali, ndr), presidente Conte, 12 febbraio 2019
  •  “Mi volete bene anche se ingrasso??”, ministro Salvini, 17 febbraio 2019
  • “Se voti Si vuol dire No. Se voti No vuol dire Si. Siamo tra il comma 22 e la sindrome di Procuste!”, Beppe Grillo sulla formulazione di un quesito della piattaforma Rousseau, 17 febbraio 2019
  • “Il sito è sicuro e tutte le votazioni di Rousseau sono certificate da un ente esterno”. Quale? “Ma che… il nome non lo so il nome ma è sempre stato così”, ministro Toninelli, 18 febbraio 2019
  • “Ci dicono che siamo cattivi cristiani. Però bisognerebbe anche guardare un po’ il catechismo. C’è un passaggio da tener conto: ‘ama il prossimo tuo’, cioè quello in tua prossimità. Noi siamo i BUONI, noi siamo il PARTITO CHE AMA”, ministro Fontana, 22 febbraio 2019
  • “Forse non siamo all’altezza, forse siamo principianti come dicono”, Beppe Grillo, durante un suo spettacolo, 25 febbraio 2019
  • “Il mio governo traballa? Traballa il mio governo? Ma che dice? Che cosa siamo, una tribù che balla?”, presidente del Consiglio Conte, 28 febbraio 2019

Marzo 2019

  •  “A Milano 250.000 persone hanno manifestato contro il razzismo, un razzismo esclusivamente mediatico. Chiunque abbia un minimo di buon senso non vede alcun razzismo”, Beppe Grillo, 3 marzo 2019.
  • “Dalla data di Bari sarà possibile contestare Beppe Grillo durante il Tour #INSOMNIA, a fronte del pagamento di un supplemento di 10 euro sul prezzo del biglietto”, Beppe Grillo, 10 marzo 2019.
  • “Ma voi siete ossessionati dalla Tav!”, presidente del Consiglio Conte, 11 marzo 2019
  • “Domani Di Maio va con la sua fidanzata al teatro dell’opera a Roma”. Messaggio inviato a vari giornalisti da Rocco Casalino, 17 marzo 2019.
  • “Quello ha chiuso con me! Capito? Vuole fregarmi? Ma sono io che frego lui! Gliela faccio diventare un incubo la storia della Diciotti!”, ministro Di Maio sulle parole di Salvini favorevoli alla Tav, 10 marzo 2019.
  • “Da ragazzo avevo tre poster in cameretta: Umberto Bossi, Franco Baresi – che non ha mai tradito la maglia, come me in politica – e Miriana Trevisan, che poi l’ha saputo e si è detta schifata… vabbè, fa niente”, ministro Salvini, 11 marzo 2019.
  • “Annuncio che stiamo lavorando con l’ambasciatore francese per riprenderci la Gioconda”; “Non ho mai visto l’Ultima Cena”; “Ero particolarmente legato ad una di queste chiuse sui Navigli a cui aveva lavorato Leonardo, lì c’era una delle birrerie che più frequentavo ai tempi del liceo al venerdì pomeriggio, El Tombon de San Marc”; “sono poi legato ad un’altra chiusa, a Cernusco, la mia prima fidanzata era di Cassina, a 3km da lì, tutti legami storici e culturalmente, scientificamente provati”, ministro Salvini, 13 marzo 2019, durante la conferenza stampa di presentazione degli eventi per i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci.
  • “Che auto utilizzo? Io ho una Golf a Gpl del 2007… poi con mia moglie abbiamo appena comprato una Jeep Compass”. Motorizzazione?, chiede la giornalista. Panico: “Ehm, motorizzazione… DIESEL… lo so dottoressa, non rimedierò mai a questo errore”, ministro Toninelli, 18 marzo 2019.
  • “Merkel e Macron mi avrebbero redarguito? Fesserie. Non lo hanno fatto e mai lo consentirei. I nostri rapporti sono cordiali. Siamo rimasti AL BAR fino alle due di notte e nessuno si è permesso di dirmi: che cosa stai facendo?”, presidente del Consiglio Conte, 25 marzo 2019.
  • 21 marzo: “La cittadinanza a Ramy? Valuteremo”; 22 marzo: “La cittadinanza è non è un biglietto del lunapark”; 23 marzo: “Rami vorrebbe avere lo ius soli? È una scelta che potrà fare quando verrà eletto parlamentare…”; 25 marzo: “Non posso regalare le cittadinanze, a oggi non ci sono gli elementi per concedere la cittadinanza” a Ramy; 26 marzo: “Sì alla cittadinanza a Rami: è come se fosse MIO FIGLIO…”, ministro Salvini.
  • “Ecco il cambiamento CHE FA RIMA con rivoluzione”, ministro Toninelli, 27 marzo 2019.
  • “Posso fare satira su Toninelli? Gli direi solo: cazzo, evita per favore di dire che tua moglie si è comprata un diesel. Danilo è ingenuo, una persona straordinaria, solo ha una leggera sindrome di Asperger”, Beppe Grillo, 28 marzo 2019.
  • “Con la norma Codice Rosso “si può appurare immediatamente se si ha a che fare con UN’ISTERICA o con una donna in pericolo di vita, e in tal caso salvarla”, ministro Bongiorno, 28 marzo 2019, tweet poi cancellato.




Aprile 2019

  • “Farfalle nello stomaco? Sì, dal punto di vista sentimentale è un bel momento, sono molto felice. Ieri magari non è stato bellissimo fare una passeggiata al parco ed essere inseguito dai fotografi, ma fa parte del mio ruolo”, ministro Di Maio, 1 aprile 2019.
  • “Fiorella, dai, canta che ti passa! Magari ‘Il cielo d’Irlanda’!”, ministro Salvini in risposta alla Mannoia, 2 aprile 2019.
  • “”Prima gli studenti italiani”, ministro Bussetti (Istruzione), 9 aprile 2019.
  • “Ho detto che sarebbe stato un anno bellissimo: ERA UNA BATTUTA…”, presidente del Consiglio Conte, 10 aprile 2019.
  • “Io il 25 aprile non sarò a sfilare QUA O LÀ, fazzoletti ROSSI, NERI, GIALLI o BIANCHI. Vado a Corleone a sostenere le forze dell’ordine”, ministro Salvini, 12 aprile 2019
  • Nella lotta all’immigrazione Salvini senza il sottoscritto non avrebbe potuto fare niente. Ma non vado a dirlo in giro, non mi importa nulla”, ministro Toninelli, 13 aprile 2019
  • “Le domande di reddito di cittadinanza languono. Fanno paura i controlli? “Mettiamo il cittadino nelle condizioni di scegliere: o il sussidio e la formazione per il ricollocamento O IL NERO”, viceministra Castelli (Economia), 18 aprile 2019.
  • “Vi siete accorti che fanno di tutto per gettare fango sulla Lega? Si avvicinano le Europee e se ne inventeranno di ogni per fermare il Capitano. Ma noi siamo ARMATI e dotati di elmetto! Avanti tutta, Buona Pasqua!”, post di Luca Morisi, social media manager di Salvini. Al post è allegata la foto di Salvini con un mitra, 21 aprile 2019.
  • “Come mai non ero presente al Consiglio dei ministri? Lo seguivo da remoto con uno strumento che si chiama cellulare…”,  ministro Toninelli, 24 aprile 2019.
  • “È surreale. Non l’ho mai avuto su Instagram Di Maio, dunque non avrei potuto cancellarlo. Seguo pochissimi politici, e tutti della Lega. E poi la D’Urso, la Hunziker, il Milan, Vasco e i Nomadi”, ministro Salvini, sul defollow a Di Maio, 28 aprile 2019.
  • “State descrivendo una situazione catastrofica, ma io non la percepisco…”, ministro Toninelli, sulla situazione di Roma, 24 aprile 2019.

Maggio 2019

  • “Chi ha votato il MoVimento 5 Stelle il 4 marzo non è un coglione”, sui canali social ufficiali del M5S, 3 maggio 2019. Ok.
  •  “Almeno SI SPARASSERO TRA DI LORO senza rompere le palle alla gente che non c’entra… i camorristi s’ammazzassero tra di loro”, ministro Salvini, a commento di una sparatoria che ha coinvolto una bambina di 5 anni, mentre i camorristi, appunto, si sparavano tra di loro, 5 maggio 2019.
  • M5s: “La Lega tiri fuori le palle su Siri e lo faccia dimettere”. Salvini: “A chi mi attacca dico tappatevi la bocca, lavorate e smettete di minacciare il prossimo. È l’ultimo avviso”, 5 maggio 2019.
  • “Mi viene voglia di fare il test antidroga ai parlamentari per vedere se quando vengono a lavorare sono tutti lucidi, ho il dubbio che qualcuno lì dentro conosca troppo bene il problema della droga”, ministro Salvini, 3 maggio 2019.
  • “Ho studiato tanto, e se oggi sono quello che sono è anche per effetto degli studi”, presidente del Consiglio Conte, 4 maggio 2019.
  • Intervista di Lilli Gruber a Salvini su Altaforte: “Questa è una casa editrice che ha pubblicato tanti libri, è legalmente riconosciuta, che problema c’è? Dobbiamo fare la censura preventiva? Hanno la lebbra? Questa casa editrice è fuori legge?”. Gruber: “Sì, ora l’editore è indagato per apologia di fascismo, si dice orgogliosamente fascista”, 9 maggio 2019
  • “Se proprio dovessi legalizzare qualcosa, non lo farei con la droga, ma con la prostituzione: perché la droga fa male, FARE L’AMORE fa bene”, ministro Salvini, 9 maggio 2019
  • “Ebbene sì, è tornato lui, il Vinci chi, indovina chi… proprio lui, il VINCI SALVINI, olè! Seconda edizione, iscriviti subito: più ‘mi piace’ metti ai miei post su Facebook, più veloce sei, più punti accumuli”, ministro Salvini, 9 maggio 2019.

Sì, il Vinci Salvini è un tale capolavoro di comunicazione da meritare anche il video in allegato. 

  • “Ogni volta che mi preoccupo per il futuro mi ricordo di quando facevo la segretaria alle Arti grafiche. Sto subito meglio. Se un cliente mi avesse detto che avrei presieduto l’Aula a Palazzo Madama avrei chiamato il 118”, senatrice Taverna, M5S, 13 maggio 2019.
  • Sottosegretario Giorgetti, Lega: “Conte non è una persona di garanzia. È espressione dei 5 Stelle ed è chiamato alla coerenza di appartenenza”. Conte: “Non è grave, ma gravissimo mettere in dubbio la mia imparzialità!”. Salvini, cadendo sul latino: “Non smentisco mai Giorgetti, ‘in medium stat virtus’, la verità sta nel mezzo’”. (“in medio stat virtus”, ndr)
  • “Ritengo le idee di Salvini allo stesso livello dei dialoghi di uno spaghetti western. Lo manderei a calci a fare il suo lavoro al Viminale…”, Beppe Grillo, 15 maggio 2019.
  • Intervista a Salvini: “Lei è sempre assente e usa voli della Polizia per la campagna elettorale… Risposta: “Se risolvo un problema e lo faccio da Marte o dal Viminale a lei cambia qualcosa?”, 16 maggio 2019.
  • “Stop censure, viva la libertà di espressione!”, ministro Salvini, 17 maggio 2019, in piena bufera striscioni.
  • Salvini: “In questo governo siamo in due: il marito, che sono io, vuole andare avanti…”. Di Maio: “Non si monti la testa, io sono innamorato della mia ragazza… lui non è il mio tipo”, 19 maggio 2019.
  • “Adesso devo firmare qualcosa?”, presidente del Consiglio Conte, 26 maggio 2019, all’uscita dalla cabina elettorale.
  • “Ringrazio a cuore aperto chi c’è lassù e non aiuta Matteo Salvini e la Lega, ma aiuta l’Italia e l’Europa. Ci credo da due anni. Non ho affidato al cuore immacolato di Maria un voto ma il destino di un Paese e un continente”, ministro Salvini, 26 maggio 2019. Bacio al rosario incluso.
  • “Oggi Radio Maria e Canti Gregoriani”, Beppe Grillo, 27 maggio 2019, dopo la batosta elettorale.
  • “Ho appreso la notizia della morte di Vittorio Zucconi. Prego per lui, perché al di là delle inutili e faziose celebrazioni di Repubblica, si salvi l’anima. Ora, dove si trova, vede tutto molto più chiaramente”, senatore Pillon, Lega, 28 maggio 2019
  • “È vero, all’asilo comunale di via Massena sparì il mio pupazzetto di Zorro, ma le indagini non portarono a nulla. Avevo 4 anni, ci rimasi malissimo”., ministro Salvini, 22 maggio 2019
  • “Cosa non sopporta dei renziani? “So’ degli sfigati”, intervista alla sen. M5S Taverna, 13 maggio 2019
  • “Un BACIONE a Saviano. Stiamo lavorando a una revisione dei criteri per l’assegnazione delle SCORTE”. ministro Salvini, 30 maggio 2019.
  • “Con 56.127 voti e l’80% di consensi, su Rousseau abbiamo segnato il RECORD ASSOLUTO di partecipazione a una votazione M5s. Ed è anche il RECORD MONDIALE per una votazione online in un singolo giorno per una forza politica. Vi ringrazio tutti e vi voglio bene! NON MI MONTO LA TESTA, questo è il momento dell’umiltà”, ministro Di Maio, 30 maggio 2019, dopo la batosta delle elezioni europee.




Giugno 2019

  • “I miei figli sono 60 MILIONI DI ITALIANI…”., ministro Salvini, a un comizio del 6 giugno 2019. “Non ti voglio nemmeno come zio”, ha replicato il sindaco di Milano Beppe Sala
  • “Tutta la mia solidarietà, mai venuta meno, all’ex presidente del Consiglio Enrico Letta, ma nel ruolo di commissario Ue per l’Italia no, grazie”, Ministro Di Maio, 8 giugno 2019. Il ministro confonde Consiglio e Commissione.
  • “Candidarmi con una lista Conte? Se è ancora libero il posto sono disposto ad allenare la Roma…”, presidente del Consiglio Conte, 3 giugno 2019
  • “Ora si parla tanto di questa possibile procedura di infrazione e sapete cosa riguarda? Riguarda il debito prodotto dal Partito democratico nel 2017 e 2018…”, ministro Di Maio, 5 giugno 2019
  • “Reputo molto intelligente l’idea dei Minibot”, Di Battista, 10 giugno 2019
  • “Anche quest’anno è andata! Il Grande Fratello come la Serie A: come si può STARE SENZA per tutti questi mesi??”, ministro Salvini, 11 giugno 2019
  • “Vi leggo, in diretta, il tweet che sta partendo in anteprima? L’ho preparato adesso proprio… ‘Profonda commozione per la scomparsa del maestro Franco Zeffirelli”, presidente del consiglio Conte, 15 giugno 2019
  • “A me, se non incitano alla violenza, gli striscioni piacciono tutti, belli e brutti. Tristi quelli che si prendono troppo sul serio”, per poi allegare la foto di uno striscione con la scritta “SALVINI SALI che mio marito non c’è”. Ministro Salvini, 17 giugno 2019. Era un fake. L’originale recitava: “SALVINI SALI, che ho voglia di legittima difesa”.
  • “Lino Banfi all’UNESCO? Sono contento che abbia accettato, l’ho conosciuto, è una persona di cuore. Secondo me all’interno di questo comitato può darci una buona dose di saggezza popolare, diciamo”, Ministro Bonisoli, 21 giugno 2019
  • 1 ottobre 2018, ministro Di Maio: “Su Cortina-Milano 2026 la nostra posizione è molto semplice: o chi vuole fare le Olimpiadi se le paga da solo, oppure non si fanno. Il governo scriverà una lettera dicendo: va bene, ma noi come governo centrale non ci mettiamo 1 euro”. 24 giugno 2019, ministro Di Maio: “I Giochi Olimpici e Paralimpici invernali del 2026 si terranno in Italia, a Milano e Cortina. Potremo vedere da vicino i nostri campioni, ammirare la fiaccola accesa. Lo sport è una cosa straordinaria. Ed oggi è una giornata importante, proprio perché ha vinto lo sport, la sua purezza e l’entusiasmo di un intero Paese”.
  • “Mi scusi, lei fa politica o fa domande? Se lei fa domande io do risposte, se lei fa politica si candida nella sinistra… ma dimmi te se uno deve fare comizi invece di fare domande. Ai comizi del Pd non mi sono interessato”, Ministro Salvini, in risposta alle domande su SeaWatch di una giornalista di Sky, 16 giugno 2019
  • “Questa mattina durante la diretta di Rainews24 da Genova, dove è avvenuta la demolizione del Ponte Morandi, si è verificato un fatto GRAVISSIMO. Le telecamere della all news Rai sono state per tutto il tempo su Salvini, Toti e Bucci. Proprio accanto a loro c’era anche il vicepremier Luigi di Maio che però è stato tagliato dalle inquadrature”, nota dei parlamentari Cinque Stelle della Commissione di Vigilanza Rai.

Luglio 2019

  • Si scopre la black list sulla pagina Facebook di Salvini. Le parole vietate sono: “49 milioni”, “Siri”, “Berlusconi”, “Legnano”. Invece con “Negri”, “Terroni” e “48 milioni + 1” nessun problema, riporta Gramellini sul Corriere, 2 luglio 2019.
  • “Non mi infilo in tematiche come quella delle Ong, che oramai mi annoiano”, Di Battista, 5 luglio 2019
  • Il M5S scambia il Molise e le Marche quando annuncia l’arrivo di nuovi fondi per sei interventi contro il dissesto idrogeologico: nell’immagine confonde i profili delle regioni, 5 luglio 2019
  • “Se ti senti Maradona e poi giochi come un Higuain fuori forma è un serio problema, perché di mezzo c’è il Paese”, sottosegretario Di Stefano su Salvini, 8 luglio 2019
  • “Quando mi attacca per la mia forma fisica gli rispondo ‘OMO DE PANZA OMO DE SOSTANZA’”, Ministro Salvini, in replica al commento di Di Stefano, 8 luglio 2019
  •  “Atlantia dentro Alitalia? Andrà a picco, farà precipitare gli aerei!”, Ministro Di Maio, a Porta a Porta, 27 giugno 2019
  • “Un grande risultato raggiunto dopo settimane di lavoro intenso”,  Ministro Di Maio dopo il via libera ad Atlantia come partner per comporre il consorzio per la newco per la nuova Alitalia, 16 luglio 2019
  • “Il Senato non può essere il luogo del dibattito che riguarda PETTEGOLEZZI GIORNALISTICI”, presidente del Senato Casellati, 11 luglio 2019
  • “Pagliarini (ndr: storico ministro leghista, se lo sarebbe mai aspettato? “Macché. In tutti gli anni in cui sono stato nella Lega le uniche volte in cui ho sentito citare la parola Russia è stato per le GNOCCHE”, Pagliarini, ex ministro leghista, 16 luglio 2019
  • “Preferisco Topolino all’Espresso”, Ministro Salvini sul caso RussiaGate portato alla luce da L’Espresso, 18 luglio 2019
  • “Io con il PARTITO DI BIBBIANO non voglio avere nulla a che fare, con il partito che in Emilia Romagna TOGLIEVA alle famiglie i bambini con l’ELETTROSHOCK per VENDERSELI non voglio avere nulla a che fare”, Ministro Di Maio, 18 luglio 2019
  • “Carola… basta guardarla in faccia. Ma proprio qua doveva arrivare? La ZECCA TEDESCA mi ha pure denunciato”, Ministro Salvini, 19 luglio 2019
  • “La castrazione chimica “è una misura civile” a patto che il trattamento sia “volontario e reversibile”, Ministro Bongiorno, 20 luglio 2019
  • “Per i consiglieri comunali abbiamo deciso di introdurre il cosiddetto MANDATO ZERO. Che cos’è il mandato zero? È un mandato, il primo, che non si conta nella regola dei due mandati. Una mandato che non vale”, Ministro Di Maio, 22 luglio 2019

Sì, anche questo è un contributo che non poteva mancare.

  • “Spero che gli assassini di Mario vengano beccati e mandati in carcere a vita ai lavori forzati, perché è troppo comodo uccidere e poi stare comodi sul lettino”, Ministro Salvini, 26 luglio 2019.
  • “Interrogatorio bendato? Brutto, ma non la si butti in caciara”, ministro Di Maio, 29 luglio 2019.
  • “Mio errore da papà”, il ministro Salvini commenta le foto del figlio su una moto d’acqua della Polizia di Stato, 30 luglio 2019.

Elisa Ghidini

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi