“Giugliano Terra dei fuochi”, poesia di Marco Palma

15032383_1142755235813545_1568885409_n
Giugliano Terra dei fuochi

GIUGLIANO TERRA DEI FUOCHI
Cielo immenso di mille colori,
puzzo acro di plastica e copertoni manca l’aria, non si respira.
Guardo in alto: perché Dio? Voglia di correre, di scappare via lontano, non importa dove. In bocca uno strano sapore.
Poveri miei figli
maledette radici che mi legano a questa terra senza futuro.
Che splendida luna..
Accompagna il canto del cigno di un paese che non vuol morire.
Ma che malinconia per un paese che ci uccide ogni giorno. E domani di chi sarà il turno?
Non bastava la terra anche l’aria. E domani?

Palma Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *