Gli effetti benefici delle vacanze estive in luoghi di montagna

Gli effetti benefici delle vacanze estive in luoghi di montagna

Le vacanze estive non sempre sono sinonimo di spiaggia e mare. Molti infatti preferiscono il clima decisamente più fresco della montagna. Inoltre, a spingere sempre più persone verso luoghi con maggior altitudine sono gli effetti benefici per la salute.

Aspetti peculiari del clima di montagna in estate

Iniziando dalle caratteristiche climatiche, in montagna nella stagione calda l’atmosfera è molto più fresca che in pianura, perché la temperatura decresce con l’altezza di circa 6.5 per km. Salendo di quota l’aria è più secca perché anche l’umidità diminuisce via via che si sale. Gli altri fattori da annoverare sono la diminuzione della pressione atmosferica in base all’altezza sul livello del mare e l’aria è più pura e ventilata.

Clima ideale per gli anziani e per chi ha problemi di cuore

Le condizioni atmosferiche che si vengono a creare in montagna sono salutali soprattutto per gli anziani e i cardiopatici. Questi soggetti infatti sono particolarmente vulnerabili dall’afa, perché questa, come noto, impone al cuore uno sforzo aggiuntivo notevole allo scopo di mantenere inalterata la temperatura corporea attraverso la sudorazione.

Benefici per chi soffre di allergie

Salire ad alte quote è un bene per chi è alle prese con le allergie. Al di sopra dei 1500 metri non esistono inquinamenti dovuti ai pollini e quindi via libera per tutti coloro che soffrono della problematica sopracitata.

Quote suggerite per un buon soggiorno in montagna

Ogni altezza ha dei suoi pro e dei suoi contro e quindi è bene capire fin dove spingersi. Ad esempio, anziani, cardiopatici, sofferenti di insufficienza coronarica, di angina pectoris dovrebbero soggiornare a quote inferiori a 1500 metri, onde evitare di sovraffaticare in maniera deleteria il cuore. Per chi invece ha problemi d’asma sono consigliate le quote intorno i 1500-2000 metri, per meglio sfruttare la stimolazione dell’apparato respiratorio.

Alcuni aspetti negativi

Naturalmente come ogni posto, anche la montagna ha i suoi contro ed è bene farci i conti. I raggi ultravioletti possono provocare scottature e ustioni e quindi è bene proteggersi. Da tenere in considerazione anche il mal di montagna, visto che non tutti sono abituati a soggiornare in punti così elevati.

Antonio Pilato




Comments are closed.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi