Gli Indifferenti: il romanzo esordiale di Alberto Moravia compie 89 anni

Gli Indifferenti

Il 27 Luglio del 1929 veniva presentato al pubblico: “Gli Indifferenti” romanzo esordiale di Alberto Pincherle meglio conosciuto come: Alberto Moravia. Moravia nasce a Roma nel 1907 da famiglia borghese. Il padre: Carlo Pincherle è stato un architetto e pittore veneziano di origine ebraica mentre la madre:Teresa Iginia De Marsanich era una anconetana cattolica di origini DalmateIl romanzo Gli Indifferenti servì allo stesso scrittore a prendere piena consapevolezza della sua condizione di borghese.

 

Essendo nato e facendo parte di una società borghese ed essendo allora borghese io stesso, ‘Gli indifferenti’ furono tutt’al più un modo per farmi rendere conto di questa mia condizione. […] Che poi sia risultato un libro antiborghese è tutta un’altra faccenda. La colpa o il merito è soprattutto della borghesia. A.Moravia.

 

Gli Indifferenti: La malattia borghese

Il titolo del romanzo sottolinea un difetto della società nella quale Moravia viveva e che oggi noi tutti conosciamo in modo forse anche amplificato. L’indifferenza accomuna tutti i personaggi del libro e diventa quasi palpabile quella di Carla e Michele i figli della vedova Marigrazia. Loro sono più che indifferenti, sono quelli che Dante collocherebbe tra gli agnavi, persone che usano l’indifferenza come fosse una tana, un nascondiglio dalla responsabilità di prendere una posizione. Sono ipocriti, falsi, sono perfetti rappresentanti della borghesia, quella cantata da Claudio Lolli con: “ rabbia, pena, schifo e malinconia”. Moravia scrive un romanzo psicologico ed introspettivo. L’intimo e le miserie dei personaggi sono sempre in primo piano e l’ambiente è solo una cornice, un contenitore dove collocare le coscienze e la menzogna borghese.

Quando non si è sinceri bisogna fingere, a forza di fingere si finisce per credere; questo è il principio di ogni fede.

Alberto Moravia

Moravia, nel suo romanzo esordiale descrive perfettamente la perversione sociale borghese, quella della quale la nostra attuale società è degna erede.

Cinama e Televisione

Nel 1964 Gli Indifferenti diventa un film diretto dal regista Francesco Maselli e nel 1988 Mauro Bolognini dirige una mini serie sempre ispirata al romanzo di Moravia.

Andrea Ianez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *