Gordon Banks morto a 81 anni. Fu l’eroe dei mondiali del 1966

Gordon Banks, il portiere della nazionale inglese campione del mondo nel 1966 si è spento all’età di 81 anni

Immagine Copertina LCFC.com
0

Gordon Banks è morto ieri notte dopo aver perso la battaglia che combatteva da molto tempo contro il cancro. E’ considerato il più grande portiere della storia del campionato inglese.

Gordon Banks è ritenuto quasi all’unanimità il più forte portiere della storia del calcio, al pari di mostri sacri come Dino Zoff, eroe dei mondiali del 1982 e Lev Yashin, unico portiere della storia ad alzare al cielo un pallone d’oro, nell’anno 1963. Ha militato per l’intera carriera in patria, difendendo i pali del Leicester e dello Stoke City durante gli anni 60 e 70.  Fu campione del mondo nel 1966 con la maglia dell’Inghilterra della quale detiene ancora il record di imbattibilità. Gordon Banks infatti tenne la propria porta inviolata per ben 721 minuti.




Il momento più alto però della carriera di Gordon Banks, quello che lo consegnò alla leggenda del calcio  avvenne molto lontano dalla sua amata Inghilterra, in quel di Guadalajara, Messico durante i mondiali del 1970. Il 7 giugno di quell’anno infatti i “Tre Leoni” britannici affrontavano il Brasile guidato da Pelè. Si giocava sotto una calura terrificante a mezzogiorno e “O Rei” staccò di testa colpendo a botta sicura. Gordon Banks come nei cartoni animati giapponesi volò da un palo all’altro strozzando in gola l’esultanza di Pelè.

Mentre mi alzavo da terra – ricordò Banks in seguito – Pelé si avvicinò a me e mi diede una pacca sulla spalla. ‘Pensavo fosse gol’, mi disse, risposi: ‘anch’io’“.

Probabilmente nessuno ricorda che quella parata avvenne in una partita poi persa dall’Inghilterra in un mondiale che poi avrebbe vinto l’Italia. Quelli del 1970 per tutti (forse ad eccezione di noi italiani per ovvie ragioni) saranno quelli nei quali Gordon Banks divenne Ed Worner e volò nella ormai rinomata “parata del secolo” fatta su uno dei più grandi centravanti di sempre.

“Non si ricorderanno di me per il titolo conquistato con l’Inghilterra nel 1966, ma per questa parata”

Così dichiarava ironicamente Gordon Banks anni dopo quella giornata. E, probabilmente aveva ragione.

Matteo Furina

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi