Gratta & vinci: quante possibilità hai di diventare milionario?

Di Ettore Ferrini


Ho preso un Gratta e vinci, così, perché semel in anno licet insanire.
Poi arrivato a casa ho fatto due conti: avete idea di quante possibilità ci sono di vincere il mezzo milione promesso dal Nuovo Miliardario? Una su 5.280.000 biglietti, in termini di percentuale parliamo dello 0,000013%.



Sono un bischero? Sì. Parecchio.

Non c’è bisogno che me lo diciate voi, lo so da me.
Ora però parliamo un attimo di quelli che giocano regolarmente, magari comprando due di questi “Miliardari” a settimana (e vi garantisco che per molti è assolutamente plausibile). Così facendo, negli ultimi trent’anni avrei speso 14.400€. Escludendo le vincite pari o addirittura inferiori al prezzo del magico cartoncino -che solitamente viene “reinvestito” subito in un altro grattino- possiamo realisticamente affermare che la percentuale di vincita si possa attestare sull’8%. Cioè, dei miei 14.400€ me ne rientrerebbero in cassa 1.152. Si dirà: Ferrini, non ti va mai bene niente, le lotterie son sempre esistite. Vero. Io che son cresciuto con Fantastico me la ricordo bene la mitica estrazione del 6 gennaio. Ma quanti compravano 500€ (che son due grattini a settimana) di biglietti della Lotteria Italia? Questa è la genialità del Gratta & Vinci, dare l’illusione che una lotteria istantanea sia più vantaggiosa di quella tradizionale. Ora vi farò una domanda curiosa: quanti di voi sono stati morsi da un cane? Ve lo dico io: uno su 121.000. Ecco, le possibilità di diventare Turista per sempre sono una su 2.880.000. Quanto fa? Ve lo dico subito: lo 0,000035%, per darvi un’idea se oggi vi riscontrassero un tumore al cervello avreste il 4-5% di possibilità di sopravvivere. In teoria dovreste fare i salti di gioia.
Come dite? Volete sapere del mio Gratta & Vinci? Beh, io faccio un lavoro che mi piace, vivo al mare, ho una donna e una gatta che mi vogliono bene.
Ho già vinto.

 

 

3 Thoughts

  1. Probabilmente, se ti fermi a 2 statistiche, sei alla punta…di un iceberg immenso.
    Il gioco crea dipendenza(può provocare a casa mia si dice solo se è vero)la prima truffa e la peggiore sta nel fatto che nella pubblicità dice “può provocare”, statistica alla mano uno che gioca, ha 3 possibilità su 4…di cascarci dentro e non uscirci più.
    Chi gioca, ha davanti pubblicità ingannevole che gli fa credere che vincere sia facile.
    Quel 75 percento di persone che continuano in un caso su 3 diventano seriali e in un caso su 10 completamente fuori controllo.
    Fanno male tanto quanto uno spacciatore che ti rifila droga.
    Per di più,come una vera organizzazione criminale e mafiosa da ultime inchieste uscite in questi anni.
    Ed il fatto che esista da molto tempo non giustifica che esista ancora oggi,il mondo dovrebbe cambiare in meglio.
    Potrei scriverci un libro,ma qualcuno lo ha già fatto.
    Nicola,un ragazzo,che in famiglia ha avuto questo problema, riflettete,non regalate nemmeno un euro a questi ladri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *