Cos’è l’E.C.M.? Educazione Continua in Medicina

0

Ultimamente si sente parlare spesso di Corsi E.C.M. Sono corsi di formazione specifici molto importanti poiché obbligatori ormai per tutti gli infermieri italiani.

I Professionisti nel settore della sanità infatti devono ogni anno obbligatoriamente seguire eventi formativi per raggiungere 150 crediti all’interno del triennio di riferimento.

 

Come è possibile quindi acquisire questi crediti formativi? Esistono enti formativi ECM specifici?

 L’E.C.M riguarda tutti i professionisti operanti nel settore della sanità.

I fornitori del servizio formativo di Educazione Continua in Medicina sono tutti quei soggetti o enti ritenuti idonei a svolgere e rilasciare servizi di formazione richiesti da un ente pubblico. Chiunque voglia acquisire questi crediti infatti, deve in primis accreditarsi presso uno di questi “provider” formativi.

Alcuni esempi di enti formativi o provider come li abbiamo chiamati poco fa sono: Agenzie, Enti Pubblici e Privati, Facoltà o Dipartimenti Universitari, Istituti Tecnici Scientifici del Servizio Sanitario Nazionale, Società scientifiche o Enti, Associazioni o Fondazioni professionali in ambito sanitario.




Cosa sono e a cosa servono i crediti ECM?

Questi crediti ECM sono perciò la rappresentazione numerica del sistema al quale l’infermiere è tenuto e deve provvedere ad aggiornarsi; a quelle che sono le nuove normative da seguire sotto l’aspetto clinico, sanitario e organizzativo riguardante la sanità pubblica.

Questi crediti formativi diventano perciò a tutti gli effetti un portfolio essenziale da accrescere, aggiornare e rinnovare costantemente creato per favorire il monitoraggio di tutte le figure professionali in ambito sanitario, correttamente certificate.

I crediti ECM perciò hanno valenza in tutto il territorio nazionale indipendentemente se l’ente di accredito formativo è un ente regionale.

Related Posts

i crediti ecmCome posso quindi conseguire i crediti ECM?

I crediti di Educazione Continua in Medicina possono essere rilasciati come abbiamo specificato prima da diverse tipologie di enti. Proprio per via di questa numerosa scelta di enti fornitori è possibile certificarsi a seconda delle proprie esigenze in maniera:

  • Residenziale (Formazione diretta – Fisicamente): È possibile certificarsi presso tutti quelli eventi o enti che prevedono fisicamente la presenza della persona che si deve formare. Es. (Convegni, Congressi, workshop, corsi di aggiornamento, corsi di addestramento, tirocini o frequenze cliniche.)
  • FAD (Formazione a distanza): All’interno di questa categoria invece rientrano tutti gli enti e i corsi che prevedono formazione a distanza; attraverso l’utilizzo di sistemi di supporto o della rete è possibile infatti comunicare a distanza con interlocutori(docenti/formatori) localizzati in diverse sedi. (Piattaforme Online E-learning, Portali Universitari Online, audio e video tapes, testi, CD-ROM).





Esistono infatti tre principali tipologie di Gruppi o Percorsi Formativi FAD:

  1. La Classe Virtuale: Focalizzata e incentrata sul tradizionale metodo di insegnamento diretto attraverso un docente e del materiale formativo prestabilito, le nozioni vengono trasmesse a distanza anche a molteplici pubblici e in tempi differenti.
  2. L’apprendimento collaborativo in rete: All’interno di piattaforme online dedicate in cui si apprende alla pari, condividendo informazioni, dati, video-lezioni, esperienze e competenze.
  3. Auto-apprendimento integrato da sistemi di supporto: I sistemi di supporto possono essere telematici, informativi, cartacei, etc. Questo metodo è incentrato sulla singola persona che utilizza un percorso specifico e materiale durevole, predisposti ad hoc per l’allievo che può anche essere seguito durante il percorso formativo dal proprio tutor.
  • FSC (formazione sul campo): Cosi come il nome lascia intendere, vengono considerate all’interno di questa categoria, tutte le pratiche e attività assistenziali di apprendimento avvenute all’interno di contesti o occasioni lavorative. Questa modalità formativa infatti include anche la partecipazione a tutte le attività di ricerca e per commissioni e gruppi di miglioramento; in questo modo si favorisce l’apprendimento delle competenze professionali all’interno del proprio ambito lavorativo.

Esistono perciò come avete visto, diverse metodologie per riuscire ad ottenere i crediti ECM; resta solo da capire qual è il metodo formativo più consono alle vostre esigenze.




#icotea #IcoteaFormazione #ad

 

Alessandro Montefusco

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi