Ibiza e Formentera, da scoprire in tutte le stagioni

0

Dopo la fine dell’estate si continua a sognare una vacanza tra paesaggi disegnati dal blu del mare che si fonde al bianco della sabbia finissima, e per alcuni questo sogno diventa realtà prima ancora di aspettare l’estate successiva col nome di Baleari.

È stata lanciata infatti, anche una famosa campagna a livello europeo, con lo slogan “Better in Winter”, per promuovere queste isole, gettonatissime in estate, anche nei mesi di bassa stagione. Il risultato è che sempre più turisti le sceglie, quando il minor afflusso di visitatori rende tutto meno frenetico e più autentico.

A farla da padrona è Ibiza. Dopo le famose feste di chiusura dei più noti locali, le spiagge rivelano la loro vera bellezza, i vicoli si svuotano e svelano anche gli angoli più nascosti della città, e si riscopre il piacere di vivere l’isola nella sua natura selvaggia.

Tra le varie, affittare un motorino a Ibiza, rimane una valida alternativa per girare comodamente l’intera isola, muoversi in totale libertà e ammirare favolosi scorci naturali.

Con due ruote è possibile raggiungere, divertendosi, centri come la bianca cittadina di Eivissa, in cui spiccano la “ciudad alta” con le mura storiche patrimonio Unesco, la Cattedrale, il Museo Archeologico, la Casa Puget, oltre a splendidi localini e negozi disseminati tra gli stretti vicoli. È la principale città con il porto più grande da cui partono imbarcazioni per la vicina Formentera.

La più piccola delle Baleari è quella che offre gli scenari naturalistici più suggestivi e incontaminati,  tra spiagge lunghe e sabbiose che lasciano il posto a costoni rocciosi e l’alternarsi di calette e grotte circondate da acque cristalline, la cui limpidezza è garantita dalla presenza della Posidonia, dichiarata patrimonio Unesco, fondamentale per preservare la salute della flora e della fauna marina. È facile quindi, nel corso delle immersioni nei più noti luoghi d’interesse ritrovarsi a nuotare tra giardini di coralli, anemoni, spugne e un’enorme varietà di specie marine, come polpi, barracuda, rombi, murene, fino a delfini e tartarughe.

Molti di questi luoghi non sono però accessibili via terra, e si può cogliere l’occasione per scoprirli mediante una delle tante attività via mare come escursioni in kayak, vela, windsurf.

Non è da meno l’entroterra, che offre una varietà di ambienti naturali esplorabili tramite uno dei 32 circuiti verdi percorribili in bici o a piedi e che permettono ai turisti si perdersi piacevolmente tra paesaggi rurali, villaggi di pescatori, saline e boschi di sabine e praticare attività come il birdwatching.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi