Il mito di fondazione in Italia: da Roma a Napoli, l’origine leggendaria delle città

Il mito di fondazione e l’origine leggendaria delle città è un tema ricorrente nella mitologia greca. Dei, imprese, viaggi..la storia della nascita di molti dei nostri paesi e metropoli ha spesso i tratti di un racconto omerico. Basti pensare alla capitale greca Atene, che prende il nome dalla dea Atena – divenuta protettrice della città dopo una lunga lotta con il Dio Poseidone che originariamente le aveva fondata insieme a lei.  Anche in Italia l’influenza greco-romana  ha lasciato una ricca impronta, con storie e leggende associate a molte grandi centri urbani del nostro paese. Vediamo insieme alcuni affascinanti storie…



Roma

Sembra quasi superfluo iniziare partendo da Roma. Augusto commissionò un intero poema-l’Eneide- a Virgilio per stabilire le origine mitiche della città capitolina. Discendenti di Ascanio, figlio di Enea,  Romolo e Remo, per la leggenda figli di Marte,  decisero dove fondare il futuro centro dell’impero, al centro di sette colli. Il resto della storia è arcinoto: Romolo uccise Remo, e divenne il primo re di Roma.

Napoli

Anche il mito di fondazione di Napoli è tutt’ora molto caro alla popolazione, che non a caso si fa ancora chiamare “partenopea”. Si dice infatti che la città sia sorta sopra il sepolcro della sirena Partenope, che aveva abitato quei mari. Questo senso di orgoglio che ancora permane lo rende sicuramente una delle leggende più care e diffuse.

Gli altri capoluoghi…

Roma e Napoli sono certamente i casi più famosi, ma non certo gli unici. Leggenda narra che Genova sia stata fondata da Giano, scappato da Troia. A dare vita a Cagliari sarebbe stato addirittura il figlio del dio Apollo, Aristeo. Perugia discenderebbe dall’eroe Greco Ulisse. Origini cretesi invece per Bari, che secondo il mito fu eretta da Japige, figlio di Dedalo, ideatore del Labirinto del Minotauro, mentre Trieste sarebbe stata fondata dagli argonauti.

E non solo…

La nascita di Reggio Calabria fu predetta dall’Oracolo di Delfi, così come quella di Crotone. Taranto avrebbe origini da Taros, figlio del dio Nettuno. Mantova è legata a profetessa Manto, figlia dell’indovino tebano Tiresia. Viterbo ha le sue radici nel semi -dio Ercole. Il troiano Antenore ha dato il natali a Padova.

Appartenenza e divinità

Eroi, dei, ninfe e indovini…così lontano eppure così vicine grazie a storie e leggende. I miti di fondazione a distanza di millenni vuol dire ancora fascino e curiosità. Non certo simbolo di divinità come all’epoca, ma d sicuro di appartenenza e orgoglio. Ricordo di un epoca lontana, fatta di miti e leggende, di storie e cultura, che secoli dopo permette ancora all’Italia di essere uno dei paesi più culturalmente ricchi del nostro pianeta.Beatrice Canzedda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *