Il Polo Nord Magnetico della Terra corre verso la Siberia

Questo cambierà l'aurora boreale?

0
Il polo nord geografico della Terra è fisso, ma il polo nord magnetico del pianeta – il nord verso cui punta la bussola – vaga in direzione della Siberia ad un ritmo di oltre 50 Km all’anno. Tale accelerazione ha inaspettatamente gettato fuori “pista” la mappa del campo magnetico mondiale, costringendo gli scienziati ad aggiornare il loro modello di campo magnetico terrestre un anno prima del previsto.

Come gran parte dei pianeti del sistema solare, ugualmente la Terra ha il suo campo magnetico. Grazie al suo nucleo di ferro ampiamente fuso, il nostro pianeta è, in effetti, un po’ come un magnete a barra. Ha un polo magnetico nord e sud, separato dai poli geografici, con un campo che collega i due. Questo campo protegge il nostro pianeta dalle radiazioni ed è responsabile della creazione delle luci del nord e del sud. – Eventi spettacolari che sono visibili solo vicino ai poli magnetici.

Tuttavia, secondo i rapporti di un nuovo studio negli ultimi due decenni polo nord magnetico si sta spostando rapidamente fino a 31 miglia all’anno. Circa 50 km all’anno e si sposta verso la Siberia. Il campo magnetico planetario ha molti vantaggi. Per oltre 2.000 anni, grazie ad esso  i viaggiatori sono stati in grado di navigare in tutto il mondo. Anche alcuni animali sembrano essere in grado di trovare la loro strada grazie ad esso. Ma, soprattutto, il campo geomagnetico aiuta a proteggere tutta la vita sulla Terra.

Inoltre si estende per centinaia di migliaia di chilometri dal centro del nostro pianeta, estendendosi direttamente nello spazio interplanetario, formando ciò che gli scienziati chiamano una “magnetosfera“. Questa magnetosfera aiuta a deviare la radiazione solare e i raggi cosmici, prevenendo la distruzione della nostra atmosfera. Questa bolla magnetica protettiva non è però perfetta e alcuni materiali e energia solare possono trasferirsi nella magnetosfera. Nel momento in cui viene incanalato nei poli dal campo, si ottiene la spettacolare esposizione dell’aurora boreale.

Un polo errante

Poiché il campo magnetico terrestre è creato dal suo nucleo di ferro fuso e mobile, i suoi poli non sono stazionari e vagano indipendentemente l’uno dall’altro. Infatti, sin dalla sua prima scoperta formale nel 1831, il polo nord magnetico ha percorso oltre 1.200 miglia (2000Km). Dalla penisola di Boothia, nell’estremo nord del Canada, fino all’alto livello del Mar Artico.

Questo vagabondaggio è stato generalmente piuttosto lento, circa 9 km all’anno, consentendo agli scienziati di tenere facilmente traccia della propria posizione. Ma dalla fine del secolo, questa velocità è aumentata a 31 miglia all’anno . Anche il polo magnetico sud si muove, sebbene a un ritmo molto più lento. 6-9 miglia all’anno, (10-15 -km).




Questo rapido vagabondaggio del polo nord magnetico ha causato problemi sia agli scienziati che ai navigatori. I modelli computerizzati di dove il polo nord magnetico potrebbe essere in futuro sono diventati seriamente obsoleti. Rendendo difficile una accurata navigazione basata sulla bussola. Sebbene il GPS funzioni, a volte può essere inaffidabile nelle regioni polari. In effetti, il polo si sta muovendo così rapidamente che gli scienziati responsabili della mappatura del campo magnetico terrestre sono stati, di recente, costretti ad aggiornare il loro modello molto prima del previsto.

L’aurora si muoverà?

L’aurora generalmente si forma in un ovale attorno ai poli magnetici, e quindi se quei pali si muovono, è ovvio che anche l’aurora potrebbe farlo. Con previsioni che suggeriscono che il polo nord si avvicina presto alla Siberia settentrionale, quale effetto potrebbe avere sull’aurora?

L’aurora boreale è attualmente maggiormente visibile dal nord Europa, dal Canada e dagli Stati Uniti settentrionali. Se, tuttavia, si sposta verso nord, attraverso il polo geografico, seguendo il polo magnetico nord, potrebbe cambiare. Invece, l’aurora boreale diventerebbe più visibile dalla Siberia e dalla Russia settentrionale e meno visibile dal confine statunitense / canadese molto più densamente popolato.

Uno studio recente ha realizzato un modello computerizzato dell’aurora e dei poli magnetici della Terra basato su dati risalenti al 1965. Ha dimostrato che anziché seguire i poli magnetici, l’aurora segue invece i “poli geomagnetici“. C’è solo una piccola differenza tra questi due tipi di poli, ma è importante.

I poli magnetici sono i punti sulla superficie terrestre in cui un ago della bussola punta verso il basso o verso l’alto, verticalmente. Pertanto, per creare modelli migliori nel tempo, gli scienziati presumono che la Terra sia come una barra magnetica al centro, creando poli esattamente opposti l’uno all’altro – “antipodali“.

I poli geomagnetici sono una sorta di versione affidabile e mediata dei poli magnetici, che si muovono in modo irregolare per tutto il tempo. Per questo non si muovono altrettanto velocemente come i poli magnetici. Ciò significa che l’aurora boreale non subirà alcuna variazione, o almeno non così velocemente.

Ciò significa che se si traccia una linea tra questi punti, la linea attraversa direttamente il centro della Terra. Nei punti in cui quella linea attraversa la superficie terrestre, vi sono i poli geomagnetici. I poli geomagnetici sono una sorta di versione irregolare e mediata dei poli magnetici, che si muovono in modo irregolare per tutto il tempo. E poiché l’aurora sembra seguire la versione più media del campo magnetico, significa che le luci del nord non si muovono così velocemente. Quindi pare che l’aurora rimanga dove sia, almeno per ora.

 

Felicia Bruscino
Photo by v2osk on Unsplash

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi