Il Robot Science Museum di Seoul sarà costruito da robot e droni

L'imminente museo della scienza dei robot, in fase di costruzione, pratica ciò che predica

0

Seoul vuole avere il primo museo al mondo dedicato alla scienza robotica. E le autorità cittadine hanno deciso che il miglior modo per costruirlo è, naturalmente: usare i robot. Il Robot Science Museum di Seoul – così chiamato – sarà costruito da una flotta di robot. In un perfetto esempio di vita che imita l’arte (o in questo caso, la vita che imita le mostre scientifiche).

Lo studio turco Melike Altınışık Architects (MAA) ha vinto un concorso internazionale per la progettazione di un Robot Science Museum a Seoul , in Corea del Sud . Ospitata dal governo metropolitano di Seoul , la competizione ha richiesto un museo “al mondo” per sostenere l’educazione pubblica nella robotica. E aumentare l’interesse del pubblico per i robot.

Secondo il preside della MAA, Melike Altinisik, i robot toccheranno il progetto dall’inizio alla fine. Cominciando con i droni usati per mappare la mappa del terreno ed effettuare ispezioni. Un’altra serie di robot modellerà e assemblerà le piastre metalliche della facciata, mentre altri robot stamperanno le parti in cemento.

Si prevede che la costruzione del museo inizi nei primi mesi del 2020, con il completamento e l’apertura ufficiale prevista per la fine del 2022. Una volta aperto, lo schema sarà gestito come una succursale del Seoul Metropolitan Museum.




L’edificio si presenterà come la vetrina del suo stesso scopo. In altre parole, la costruzione dell’edificio stesso sarà la “prima mostra” del museo. Secondo il preside Melike Altınışık, la cui ditta è già conosciuta per i distintivi edifici di fantascienza. Non a caso lo  studio, fondato nel 2013, è noto per la progettazione della Istanbul Küçük Çamlıca TV and Radio Tower, di 882 piedi attualmente in costruzione.

Diversi architetti stanno sperimentando il potenziale risparmio di tempo della costruzione robotica. Archi-Union Architects ha realizzato un centro conferenze a Shanghai in soli 100 giorni utilizzando metodi di progettazione e costruzione assistita da robot.

Al MIT Neri Oxman e il suo team hanno sviluppato uno sciame di robot in grado di costruire rapidamente strutture tubolari ad alta resistenza avvolgendo i filamenti di fibra di vetro intorno a loro.

Robot-Science-Museum-di-Seoul
(Melike Altınışık Architects)
Progettato per creare un insieme di relazioni “non-direzionali”

I principi della robotica , della scienza, della tecnologia e dell’innovazione hanno modellato tutti gli aspetti del progetto dello schema. Dalla forma e struttura al materiale e al funzionamento. Il personaggio principale del museo è: “creare il proprio universo per i robot e i loro visitatori“. Manifestandosi come una struttura non direzionale, fluida e sferica.

Una volta completato, lo schema si troverà accanto a un museo di arte fotografica , entrambi situati all’interno del nuovo centro economico di Changbai. Un futuro centro culturale per Chang-dong nella parte settentrionale della capitale sudcoreana. La forma sferica non direzionale dello schema è stata concepita come uno strumento di progettazione per creare una vasta gamma di possibilità di collegamento con gli spazi pubblici. Oltre a soddisfare requisiti funzionali e condizioni per il comfort spaziale.




Lo schema funge da base per la diffusione della cultura scientifica, consentendo ai visitatori di sperimentare le più recenti tecnologie robotiche. Tra cui l’intelligenza artificiale, la realtà virtuale e aumentata e gli ologrammi. Il design del museo è quindi focalizzato sullo sviluppo di un linguaggio architettonico per riflettere tecnologie di fabbricazione all’avanguardia e metodologie di costruzione robotizzate.

I robot assembleranno la facciata metallica curva del museo, diretta dai sistemi BIM per modellare, assemblare, saldare e lucidare le lastre di metallo. Nel frattempo, un’altra squadra di robot stamperà in 3D elementi concreti per il paesaggio circostante. Questo processo di costruzione semi-automatizzato, quindi, crea continuità all’interno del museo tra robot per la costruzione. Robot per il servizio e robot per l’esposizione.

L’intero linguaggio architettonico e visivo del museo intende mostrare la missione del museo di educare il pubblico sulla scienza e la tecnologia. Utilizzando materiali all’avanguardia e tecniche di fabbricazione ad alta tecnologia, compresa la costruzione robotica. Per quanto riguarda le specifiche della tecnologia dei robot da utilizzare verrà annunciato più avanti (in questa primavera).




Il nuovo Robot Science Museum (RSM), che svolge un ruolo catalizzatore nel promuovere scienza, tecnologia e innovazione in tutta la società, non esporrà solo robot, ma in realtà dal design, dalla produzione alla costruzione e dai robot di servizio. In altre parole, RSM inizierà la sua “prima mostra” con “la propria costruzione” da parte di robot in loco.
-Melike Altınışık

 

Felicia Bruscino

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi