Incontro storico fra le due Coree. Il processo di pace ha inizio

I leader delle due Coree si sono incontrati sul confine dei due stati dopo 11 anni dall'ultimo faccia a faccia. I temi di cui discuteranno sono la pace e la denuclearizzazione.

Storica stretta di mano fra Kim Jong-un e Moon Jae-in.

0

Il 27 aprile 2018 verrà ricordata come una data storica. Non per l’umanità intera ma limitatamente per la penisola coreana. Alle 9.30 del mattino, quando in Italia erano le 2 di notte, i leader delle due Coree si sono ufficialmente incontrati con tanto di sorrisi e strette di mano di benvenuto. Segnali di una riconciliazione per ora solo formale ma che si spera possa tramutarsi in qualcosa di più concreto.




Si tratta senza dubbio di un incontro storico, sia per le note divergenze politiche che separano i due paesi e sia perché l’ultimo incontro aveva avuto luogo nel 2007, ben undici anni prima. In quell’occasione, come anche per le volte precedenti, era stato il leader sudcoreano a varcare i confini della Corea del Nord. Questa volta, invece, è accaduto l’opposto con Kim Jong-un a varcare il confine della Corea del Sud.

Lo storico incontro

L’incontro, preparato nei minimi dettagli, è avvenuto nel villaggio di frontiera di Panmunjom, una zona smilitarizzata nella quale si svolgerà il summit fra i due leader. Alle 9.30 precise il presidente sudcoreano Moon Jae-in si presenta sul limitare dello scalino in cemento che simboleggia il confine fra i due stati; dopo pochi secondi e con passo spedito sopraggiunge anche il leader nordcoreano Kim Jong-un che si appresta a stringere calorosamente la mano di Moon.

Seguono sorrisi e frasi di circostanza, poi Moon invita il presidente nordcoreano a fare il grande passo: Kim, come se fosse la cosa più naturale del mondo, varca finalmente il confine e insieme si avviano verso una delegazione. Ad attenderli ci sono due bambini che porgono a Kim Jong-un un mazzo di fiori, poi i due leader si concedono ai fotografi.

I risultati attesi

Moon e Kim hanno molto di cui discutere e per questo una sola giornata non è sufficiente. Ma è già un piccolo inizio per dare vita a un processo di ricostruzione della pace e, soprattutto, di denuclearizzazione. Quest’ultimo punto sta particolarmente a cuore alla comunità internazionale, che nei mesi scorsi si era sentita spesso minacciata dall’ambizione al nucleare della Corea del Nord. Dello stesso avviso è il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sebbene nel suo caso si dovrebbe forse parlare di timore di un complesso di inferiorità sul nucleare.

Accantonati i rituali, i due leader si sono diretti alla Peace House, tirata a lucido per l’occasione. Qui, Kim e Moon dovranno almeno sforzarsi di raggiungere un accordo di pace che non sia solo simbolico ma che abbia anche effetti concreti. Gli auspici però sembrano buoni ed è lo stesso Kim Jonng-un a scrivere sul libro dei visitatori “ora comincia una nuova storia”.




Segue una pausa per il pranzo che i leader terranno nei rispettivi paesi, per poi ritrovarsi nel pomeriggio e riprendere i colloqui. Sarà questa l’occasione per una passeggiata in solitaria per il villaggio con tanto di piantumazione di un pino sulla linea di confine. Ma il vero momento cruciale del summit si terrà nella sala dei colloqui dove, assistiti da pochissimi consiglieri fidati, i due leader dovranno discutere seriamente dei temi per i quali quest’incontro è stato preparato.

Non è da escludere che si parli di un processo di pace che vada a sostituire l’armistizio istituito nel 1952. E il processo di pace e unione fra le due Coree non può non passare dalla già citata denuclearizzazione. Al termine della giornata i due leader dovrebbero stilare un comunicato che indichi i temi affrontati e le eventuali azione successive. Difficile ipotizzare altre questioni all’ordine del giorno, ma già il fatto che Kim Jong-un si sia reso disponibile a parlare di pace fa ben sperare.

Nicolò Canazza

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi