Israele ordina la costruzione di un muro in Cisgiordania per isolare la Palestina

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Israele approva ennesimo muro costruito in Cisgiordania, per separare la Palestina: sarà lungo 100 chilometri

Continua la separazione tra Israele e Palestina, con un nuovo muro che presto sarà costruito in Cisgiordania. Ad annunciarlo è stato proprio nella giornata di lunedi il Ministro della Difesa italiano Benny Gantz. Il muro sarà lungo 100 chilometri, e mentre una parte andrà a sostituire una parte già esistente, altri 50 chilometri saranno nuovi ed andranno ad incrementare la lunghezza del cosiddetto “Muro dell’Apartheid“.

Per tutelarsi, inoltre, Israele doterà il muro in Cisgiordania di telecamere ed attrezzature di ultima tecnologia per “sorvegliare” meglio la Palestina. Il Ministro della Difesa Gantz si è recato proprio nei giorni scorsi nei luoghi dove sorgerà il nuovo muro per parlarne con i residenti di quelle zone, nel sud della Cisgiordania occupata.

Il nuovo muro era già stato approvato lo scorso aprile con un costo di 100 milioni di dollari. Un muro, la cui costruzione è stata iniziata d inizio nuovo secolo dall’allora Premier israeliano Ariel Sharon, che ha visto anche la condanna del Tribunale dell’Aja. I palestinesi, infatti, denunciano l’isolamento e la perdita di terreni, con forte influenza sulla loro economia. Israele, invece, con quel muro punta a prevenire i numerosi scontri avvenuti negli anni. >>>CONTINUA A LEGGERE

Stampa questo articolo | Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *