Jack Nicholson tornerà sul grande schermo

Il famosissimo attore classe ’37 Jack Nicholson, inattivo dal 2010, comparirà di nuovo al cinema.

Secondo fonti attendibili, vicine alla produzione del remake del film tedesco Vi presento Toni Erdmann ed attualmente in gara per un Oscar come miglior film straniero, l’interprete, già vincitore di 3 Academy Awards, potrebbe recitare come protagonista in questo ambizioso progetto.

La pellicola originale, presentata in anteprima al Festival di Cannes 2016, ha rapidamente raccolto numerosi consensi arrivando a guadagnarsi la nomination ai premi Oscar. Recentemente, di Jack Nicholson ha parlato un amico e famoso collega, Peter Fonda. Ecco le sue parole: “non parlerò a nome suo, ma Jack ha già lavorato molto,

wired.it

sta molto bene finanziariamente ed è praticamente in pensione”.

Nel 2013, a proposito della sua assenza dal grande schermo, parlò in questo modo delle sue intenzioni: “il movie business è il business più grande, ma io voglio fare solo film che commuovono le persone, film sulle emozioni, sulla gente”.

Il film nel quale, molto probabilmente, reciterà da protagonista, narra le gesta di tale Winfried Conradi: un anziano insegnante di musica alle prese con la figlia Ines, una donna in carriera che vive e lavora a Bucarest come consulente aziendale. Quando il padre, infatti, decide di farle una visita, si capisce come i due in realtà siano molto diversi. Il padre decide così di “diventare” Toni Erdmann, comportandosi in maniera folle, in modo da scuotere la figlia, che secondo Winfried non conduce una vita felice.

Insomma, un ruolo che, per quelle che sono le caratteristiche di Nicholson pare calzare a pennello. In particolare, un ruolo analogo a questo da parte dell’eccentrico attore è quello recitato nel film con Adam Sandler Terapia d’urto, nel quale l’attore di Neptune City interpreta il ruolo di uno stravagante psichiatra che cerca in tutti i modi di far arrabbiare il protagonista (interpretato da Sandler), cercando di aiutarlo nella gestione della rabbia.

Riccardo Perfetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *