Jacob’s Food Diaries: una mamma-artista crea sculture di cibo per il figlio

E gli insegna il vero significato del mangiar bene e sano

Laleh Mohmedi, una madre australiana, ha dato vita ad un progetto chiamato “Jacob’s Food Diaries”, trasformando i piatti in opere d’arte.

0

Quante volte avete provato a far mangiare le verdure ai vostri figli? Probabilmente tantissime. E quante volte ci siete riuscite? Probabilmente pochissime. Se avete già provato nei modi più svariati a portare a termine quest’ardua impresa e state perdendo le speranze o se avete già alzato bandiera bianca, forse abbiamo la soluzione per voi. Si chiama Jacob’s Food Diaries ed è un progetto ideato da una mamma australiana.

Jacob’s Food Diaries: cartoni animati fatti di cibo

Laleh Mohmedi, madre di Jacob.

Se c’è chi si diletta a disegnare sulle banconote e chi prepara dei cappuccini “troppo belli per essere bevuti”, c’è anche chi fa sculture di cibo. L’idea è nata per caso: una mattina, Laleh Mohmedi, madre di Jacob, stava preparando dei pancakes, quando le è venuto in mente di provare a trasformare una semplice frittella di farina, uova e lievito in un personaggio dei cartoni animati. Suo figlio è rimasto così affascinato dal risultato che, dopo aver mangiato alla velocità della luce quello che c’era nel piatto, ha iniziato a chiederle di prepararne altri simili. E così su richiesta del pargolo ha iniziato a preparare le pietanze più disparate e a dar loro le forme più diverse. Il bambino le suggerisce il soggetto che vorrebbe vedere riprodotto sul piatto e lei, dopo aver cercato le immagini su Google per capire i colori necessari, il giorno dopo si mette all’opera per ‘sfornare’ un’opera d’arte. I piatti rappresentano i soggetti più disparati tratti dai cartoni animati e da film d’animazione: Biancaneve, La Bella e la Bestia, Topolino, i Minions, Gru e le sue figlie adottive di Cattivissimo Me, Toy Story, Winnie The Pooh, Monsters & Co., Elsa di Frozen, ecc.

Ecco alcuni dei piatti creati da Laleh:




Questo slideshow richiede JavaScript.




Jacob’s Food Diaries diventa social…

Ma com’è approdata l’idea sui social? Laleh racconta che ha pubblicato le foto delle sue prime creazioni sul suo profilo Facebook e diverse amiche le hanno fatto i complimenti e le hanno suggerito di creare un profilo Instagram, per condividere con un maggior numero di persone le sue opere d’arte culinaria. E così questa mamma ha dato vita al progetto chiamato Jacob’s Food Diaries, che nel giro di poche settimane ha riscosso un enorme successo e ha attirato decine di migliaia di seguaci. Era il maggio del 2015, oggi dopo tre anni su Instagram vanta oltre 104mila follower. Inoltre, Laleh ha anche creato un blog anch’esso con il nome di Jacob’s Food Diaries, in cui pubblica non solo le foto dei piatti, ma anche le ricette e i tutorial con le istruzioni da seguire per riprodurre le sue pietanze artistiche.

Un’esperienza per grandi e piccini

Ecco il piccolo Jacob mentre mangia uno “Shrek Burger”.

La sua idea è quella di coinvolgere tanti altri genitori, per diffondere una cultura del mangiare sano, insegnando ai propri figli i principi di una corretta alimentazione in maniera divertente e colorata. Non a caso, il suo motto è “Making healthy food fun!” (“Rendere il cibo sano divertente!”).

Difatti, anche il piccolo Jacob aiuta nella creazione di queste pietanze speciali e lui è spesso presente in esse con una ‘J’, ricavata da un frutto o da una verdura.   Per preparare un piatto ci impiega dai 20 ai 35 minuti circa, a seconda del soggetto da riprodurre. Prima si dedica alle parti da servire fredde e poi a quelle calde. Questa fantastica mamma usa solo ingredienti naturali, anche i coloranti, che sono ottenuti tramite frutta e verdure. Di cosa sono fatte queste particolari opere d’arte? Farina, pasta, verdure, ortaggi, sugo, pollo, hamburger, frutti, legumi, tutte cose che si possono reperire facilmente. E quali strumenti usa per dare loro le forme appropriate? Alcuni stencil e poco altro, il suo segreto è la grande manualità oltre che la passione per l’arte e il disegno che ha sempre coltivato.

Ecco un video tutorial in cui è possibile vedere come crea una scultura di cibo:




Ci tiene però a sottolineare come suo figlio Jacob mangi anche i piatti ‘normali’ e, nonostante siano passati ormai tre anni, il bambino abbia ancora la stessa espressione meravigliata ed estasiata della prima pietanza artistica che lei gli aveva preparato. La cosa ironica è che il cuoco provetto della famiglia è in realtà suo marito, Raki Andriana, che di mestiere fa l’executive chef presso il Rochford Winery di Coldstream, nello stato federato di Victoria (Australia). Laleh nella vita fa tutt’altro, lavora in ambito medico, ma ha da sempre amato l’arte e la pittura, passioni che non aveva mai coltivato fino a maggio del 2015, periodo in cui ha iniziato a creare ‘sculture di cibo’. Dopo aver lanciato il sito, ha lasciato il suo lavoro e si è dedicata interamente a Jacob’s Food Diaries, diventando una food stylist e collaborando con compagnie di fama internazionale quali: Disney, Nickelodeon, Universal Pictures, 20th Century Fox and Jamie Oliver. Il suo prossimo sogno è quello di scrivere e pubblicare un libro di ricette per condividere quanto fatto con le altre mamme e per lasciare a suo figlio Jacob un ricordo della sua infanzia e della sua crescita.

Tutte le creazioni di questa intraprendente mamma possono essere ammirate sia sul suo profilo Instagram che sulla sua pagina Facebook.

Tutte le ricette per provare a ricreare le sculture di cibo si trovano sull’omonimo sito.

Carmen Morello

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi