Kate Winslet accusa Hollywood: ”Gli attori omosessuali sono discriminati”

Kate Winslet, per la sua recente partecipazione al film Ammonite, dove interpreta una ricercatrice omosessuale di paleontologia, in una recente intervista al Sunday Times accusa Hollywood di discriminazione ai danni di attori presunti o dichiarati omosessuali.

Lo sfogo della star di Titanic tocca tutta Hollywood.

L’attrice ha continuato affermando:

”Gli attori omosessuali sono discriminati. Non saprei dire quanti giovani attori io conosca, qualcuno famoso, qualcun altro agli inizi, che sono spaventati dal fatto che la loro sessualità possa essere rivelata e possa, in qualche modo, ostacolare la loro carriera, impedendogli di ottenere ingaggi per ruoli eterosessuali. Un attore molto famoso ha appena assunto un agente americano che gli ha detto ‘Capisco che tu sia bisessuale, ma non pubblicizzerò la tua sessualità’. Conosco almeno quattro attori che nascondono il loro orientamento sessuale. Ed è doloroso. Non vogliono essere scoperti”.

L’intervista si è conclusa con un ultimo intervento sull’argomento:

”Hollywood dovrebbe lasciarsi alle spalle il chiedersi ‘Può un attore gay interpretare un eterosessuale?’. Dovrebbe essere illegale, invece è un pensiero molto diffuso. Questo non è un attacco ai danni di Hollywood, ma mi piacerebbe che si parlasse dei giovani attori, vorrei che per loro ad Hollywood ci fosse meno giudizio, meno discriminazione ed omofobia”.

Kate Winslet non è nuova alle discriminazioni

In merito al film Ammonite, in sala lo scorso settembre, già in un’intervista al Guardian di febbraio, l’attrice espresse una grande insicurezza nei confronti del suo corpo.
”Mi hanno chiesto tante volte scene di sesso in Ammirate, molto più rispetto ai film dove interpretavo scene d’amore eterosessuali. Mi hanno persino chiesto di fare paragoni tra Leonardo Di Caprio e Jude Law. È stato molto imbarazzante.”

Come a sottolineare ancora una volta la grande discriminazione.
Il trascorso di Kate Winslet, inoltre, la porta a raccontare di come il mondo di Hollywood fosse più interessato a curiosità di carattere più intimo che delle prove attoriali stesse accusando di lasciarla sfiduciata nel suo ruolo di attrice.

Kate Winslet ha voluto, con questa accusa, fare da apripista per i colleghi così che figure di spicco come Rupert Everett star de I segreti di Tween Peaks e Elliot Page (Ellen Page) attore trasgender di Umbrella Accademy, recentemente sotto i riflettori per le loro preferenze sessuali, possano non essere messi da parte da Hollywood e continuare ad interpretare il ruolo che preferiscono.

Raffaele Verrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *