KIDSBIT – Playing Contemporary. Festival per bambini del XXI secolo

0

banner

Si terrà a Perugia dal 13 al 19 giugno 2016 la prima edizione di KIDSBIT – Playing Contemporary, Festival per bambini del XXI secolo, un evento interamente dedicato all’uso creativo delle nuove tecnologie, rivolto a bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni e alle loro famiglie.

Il progetto è ideato dall’Associazione Culturale ON in collaborazione con Antica Proietteria, gruppo di giovani professionisti operanti nel campo della progettazione, della comunicazione e delle arti digitali.

 

Il Festival propone attività coinvolgenti, laboratori e giochi come veicolo per sperimentare discipline innovative e sviluppare competenze trasversali con l’intento di accompagnare i ragazzi nel mondo del futuro.

Lo scopo è quello di promuove un uso critico, libero e creativo di strumenti innovativi solitamente riservati agli adulti, come consolle da dj, stampanti 3D, robot, Go Pro e altre action camera, schede elettroniche, saldatori, software sofisticati di visual design, proiettori, macchine fotografiche e molto altro.

In questo modo KIDSBIT vuole favorire e stimolare lo sviluppo delle così dette soft skills (le doti personali più marcate), portando i bambini e i ragazzi a confrontarsi con attività complesse come la manipolazione del suono e delle immagini, la robotica, la programmazione, lo sviluppo motorio combinato con la costruzione di scenari digitali, la performance e l’installazione, guidati da professionisti e importanti realtà del panorama nazionale e internazionale.

 

  • · IMPARARE DIVERTENDOSI: TRA DIDATTICA, GIOCO E TECNOLOGIA

La prima parte dell’evento si svolgerà da lunedì 13 fino alla mattina di sabato 18 giugno e sarà dedicata alla didattica attraverso i corsi intensivi della Summer School, un modello alternativo al centro estivo tradizionale, che offre la prima esperienza in Umbria di formazione su creatività e tecnologia digitale dedicata a ragazze e ragazzi dai 10 ai 14 anni.

I partecipanti entreranno in relazione con strumentazioni e tecniche sofisticate, con l’aiuto di esperti professionisti della progettazione, dell’elaborazione del suono, della fotografia digitale, della robotica e del coding. KidsBit Summer School intende creare una connessione diretta tra il naturale talento dei ragazzi e le competenze specializzate di abili professionisti.

I laboratori della Summer School: BOTTOMMAP Laboratorio di esplorazione urbana; UN CLICK NON FA UNA FOTO! Laboratorio di fotografia digitale; ARDUINO Laboratorio di coding e robotica

SPAZI SONORI Laboratorio di manipolazione e spazializzazione del suono.

 

La seconda parte di KIDSBIT sarà ad ingresso gratuito, si terrà da venerdì 17 a domenica 19 giugno e darà ampio spazio all’aspetto ludico, con performance, videomapping, installazioni e brevi laboratori, per un weekend di festa, di creatività e puro divertimento.

Alcuni degli eventi in programma nel weekend: ROBOTIC CODING Laboratorio di coding; MARMELLATA DI LAMPONI Laboratorio creativo di Raspberry P; QUADRI ANIMATI Laboratorio immersivo di movimento; Cosa sono le foglie? Visita-gioco alla scoperta dell’Orto Botanico; ILLUSTRAMONDO Laboratorio di illustrazione digitale; TOCCARE LA MUSICA Laboratorio di djing; TOY MUSIC LAB Laboratorio di circuit bending…

 

Tra i protagonisti di KIDSBIT Festival:          

  • Benjamin Rabe Vive e lavora ad Amburgo; usa smartphone e Ipad per creare dipinti e proiezioni live, come in Walter Lemonface, un cartone live per bambini che è il pubblico stesso a controllare (un mix magico di musica e storytelling). Fa parte del collettivo 154 collective, un gruppo internazionale composto da artisti operanti in ambito multimediale che include performer, pittori, scrittori, fotografi, animatori, danzatori e musicisti. La partecipazione di Rabe al Festival è resa possibile grazie contenuto è offerto da Goethe Institut e dall’Istituto Tedesco di Perugia.

Gli appuntamenti in programma a cura di Rabe:

>> IPAD TAGTOOL Laboratorio di animazione digitale in inglese

Creeremo un mondo animato con luci e colori. Disegneremo creature bizzarre a cui daremo vita con due dita, un iPad e la nostra immaginazione.

 

  • Ubi De Feo Comincia a smontare oggetti all’età di 6 anni. È proprio il desiderio di scoprire il funzionamento interno delle cose che lo porta ad “hackerare” computer, motori, codici e componenti elettronici. Oggi si occupa di tecnologia creativa per Wieden+Kennedy, la più grande agenzia creativa indipendente nel mondo, supervisionando e/o sviluppando lavori per Nike, Nokia, GoreTEX, Heineken, Bottega Veneta, Mandarina Duck, Electronic Arts, MTV. Insegna anche programmazione, elettronica e altro a chi vuole imparare trasformando concetti davvero complicati in cose semplici, tangibili e concrete.

Gli appuntamenti in programma a cura di Ubi De Feo:

>> Computo Ergo Sum Workshop di programmazione, senza computer in cui De Feo, attraverso l’utilizzo di semplici oggetti come palline da ping pong, caramelle e strutture realizzate artigianalmente, dimostrerà il naturale legame tra il modo di pensare di una macchina e il linguaggio di programmazione che ci permette di interloquirci. Un laboratorio in due appuntamenti interattivo e coinvolgente, già sperimentato in prestigiosi istituti di alta formazione e festival digitali europei.

                 

  • TinkidoO Progetto di Education Technology. Si occupa di creare contenuti innovativi per la didattica delle discipline STEAM (scienze, tecnologia, ingegneria, elettronica, matematica, robotica e making) per i bambini tra i 3 ed i 12 anni. Il metodo Tinkidoo è basato sull’utilizzo dei giocattoli digitali come strumento di apprendimento.

Gli appuntamenti in programma a cura di TinkidoO:

>> Baby Coding Laboratorio di coding incentrato su Cubetto, il nuovissimo gioco-robot di legno che insegna ai piccolissimi i principi del coding in stile Montessori.

>> Robotic Coding Laboratorio di coding per conoscere i principi base della programmazione informatica attraverso l’uso di giocattoli intelligenti.

>> Tinkidoo Academy Workshop di Education Technology per adulti. Un incontro dedicato a genitori, educatori, insegnanti e animatori digitali per analizzare insieme lo scenario attuale dei processi educativi, conoscere gli strumenti e confrontarsi sugli approcci.

 

  • Urban Games Factory È una casa di produzione di giochi urbani che dal 2008 crea esperienze per adulti, bambini e creativi, in Festival europei, Musei ed edifici abbandonati, creando giochi con Zombie, Agenti Segreti, mischiando teatro e immersione, con inseguimenti ed enigmi. La loro ambizione è diventare come la Pixar ma dei giochi urbani.

Gli appuntamenti in programma a cura di Urban Games Factory:

>> Incognito Gioco di esplorazione urbanaOgni posto del pianeta nasconde qualcosa, ogni tombino ed ogni grondaia possono nascondere informazioni preziose. Incognito è un gioco per famiglie di esplorazione e interazione in ambienti urbani in cui i partecipanti saranno chiamati a svolgere missioni in luoghi speciali.

 

E ancora tantissimi ospiti… Ci sarà Adriano Vessichelli regista-animatore specializzato in 2D e post-produzione, vive a Londra e lavora nel campo pubblicitario e insegna post-produzione alla Central Saint Martin – University of Arts London, Painè Cuadrelli sound designer, produttore musicale e dj, compone e produce dischi, colonne sonore per film, documentari, installazioni e mostre (da Milano), il Collettivo XL con due diverse sperimentazioni immersive tra danza, videoproiezioni, musica e movimento (da Reggio Emilia), la band Cobol Pongide, composta da un umano e da un robot, in un originale spettacolo che miscela suoni e proiezioni di scenari futuristici e fantascientifici (da Roma).

Molte anche le collaborazioni e le contaminazioni con le realtà del territorio umbro, tra le tante: Bande à Part con un Laboratorio di esplorazione urbana, Tinker Garage con un Laboratorio di coding e robotica, Dance Gallery con 2 laboratori di danza per bambini, Collettivo Chiroco con il Laboratorio di illustrazione digitale per imparare a creare il personaggio di un libro, di un fumetto o di un cartone animato, Le Fucine Art&Media con il Laboratorio creativo di Raspberry P (un computer piccolissimo creato per stimolare l’apprendimento dell’informatica di base) e non mancherà la collaborazione con il festival internazionale di cinema di animazione Rabbit Fest.

Meravigliarti in Umbria accompagnerà i ragazzi alla visita-gioco per scoprire l’Orto Botanico, gli allievi della Scuola di Musica la Maggiore di Perugia si esibiranno in una performance sonora e visiva immersi nelle proiezioni di Antica Proietteria; Radiophonica.com trasmetterà in diretta le news dal Festival coinvolgendo anche piccoli curiosi e aspiranti speaker; non mancherà uno straordinario dj set, per un pubblico di tutte le età, offerto da LaTerra Recordings, casa di produzione di Dj Ralf.

Ci saranno anche degli appuntamenti dedicati solamente agli adulti: la giornalista e blogger Lucrezia Sarnari, autrice del blog “C’era una vodka”, in un Incontro/Aperitivo solo per le mamme e TinkidoO organizzerà un workshop di Education Technology per genitori, educatori, insegnanti e animatori digitali per analizzare lo scenario attuale dei processi educativi, conoscere gli strumenti e confrontarsi sugli approcci.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi