La Berlinguer lascia la Rai colpendo la politica

1

LA BERLINGUER ANNUNCIA IL SUO IMMINENTE RITIRO
L’addio di Bianca Berlinguer ha colpito molto la politica in queste settimane.
Non ci siamo risparmiati le polemiche e le varie pressioni sgraziate e attacchi usciti da zone importanti della nostra classe politica, ma il Tg3, secondo la Berlinguer non ha perso la sua qualità e quindi gli augura di rimanere sopra le parti come è sempre stato.
Bianca Berlinguer lascia il Tg3 al termine della puntata del telegiornale delle 19 con un discorso al veleno nei confronti di chi l’ha messa in questa situazione. Molto importante è sottolineare chi è stato scelto come suo successore si tratta di Luca Mazzà, noto simpatizzante di Renzi.

image

LA STORIA DELLA BERLINGUER HA COLPITO MOLTI ALTRI SUOI COLLEGHI
La Berlinguer ha avuto la solidarietà da parte di tutti i telegiornali e il suo caso è stato anche divulgato dal notiziario di Enrico Mentana, dove la Berlinguer ha augurato il meglio per la redazione e che onesto intellettualmente come è sempre stato.
Questo improvviso abbandono ha coinvolto molto il nostro Premier che già da tempo aveva in mente di mettere mano alla Rai con la sua riforma e molte persone l’hanno criticata, dovuto al fatto che non si tratterebbero più di telegiornali “liberi” perché controllati direttamente dalla politica.
La cosa che ha suscitato più sospetto è stato il fatto che era ricordata come una direttrice libera che conduceva uno dei pochi telegiornali a detta sua, non di schieramento e questo evidentemente non a tutti poteva piacere.
RENZI DA QUANDO HA MESSO MANO ALLA RAI CI SONO STATI MOLTI CAMBIAMENTI SOSPETTI
Sembra che a chi non piace Renzi, nell’informazione pubblica, viene cacciata dal proprio incarico e in questo caso è accaduto a una persona con un cognome importante e di un certo spessore nella nostra politica.
In linea generale in Italia abbiamo sempre avuto problemi all’interno della Rai dovuta al fatto che la politica ci ha messo fin troppe volte il becco, in una cosa che dovrebbe essere di indirizzo pubblico e non dovrebbe aver alcun contatto con il mondo politico.
LA DECISIONE DI PRENDERE COME SOSTITUTO LUCA MAZZÀ
La cosa che fa molto insospettire è l’arrivo di un uomo che è puramente a favore di Renzi, basta guardare delle vecchie puntate di Ballarò su Rai 3, come Luca Mazzà si schierò a difesa di Renzi in modo molto “energico” ed è questo fatto che fa molto riflettere e ha creato sospetto sopratutto alle opposizioni. Adesso staremo a vedere la vicenda come andrà avanti anche perché la Berlinguer non ha dato dei motivi precisi di questa decisione improvvisa anche se stando agli ultimi dati molti direttori di telegiornali importanti si sono sempre licenziati, nei periodi estivi da quando i “governi” hanno iniziato a metterci le mani e non penso sarà l’ultimo episodio che accadrà per quanto riguarda le direzioni di telegiornali di stato importanti.

1 Comment
  1. mogol_gr says

    Bianca Crim(e)i(a).

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi