La Danimarca fu il simbolo della lotta al nazismo. Così il sovrano, Cristiano X, salvò gli ebrei

La Danimarca fu l’unico paese europeo ad opporsi alle leggi razziali emanate da Hitler. Il sovrano Cristiano X si adoperò con tutte le sue forze per salvare gli ebrei.

Quando nel 1940, i tedeschi invasero la Danimarca, il sovrano Cristiano X iniziò a manifestare le proprie abilità di mediatore contro l’esercito tedesco. Farà quanto in suo potere per evitare l’introduzione delle leggi razziali. La personalità forte di Cristiano X darà del filo da torcere allo stesso Hitler.

In realtà l’invasione della Danimarca da parte della Germania avverrà senza colpo ferire. Cristiano X, avendo compreso l’inferiorità numerica del proprio esercito, permetterà agli invasori di entrare in maniera indisturbata in città. Per evitare spargimenti di sangue innocente, il sovrano metterà da parte il proprio esercito, aprendo le porte ai nemici.

Fin dall’insediamento in città, i tedeschi cercheranno di imporre il loro volere. Hitler voleva creare il cosiddetto  “Protettorato perfetto”.



La Danimarca, essendo molto piccola, sarebbe stata facile da conquistare. E altrettanto facile sarebbe stato trasformarla e piegarla ai bisogni della Germania. Il piano del Fuhrer era quello di usare la Danimarca come un serbatoio attraverso cui rifornire costantemente la Germania di tutte le risorse di cui necessitava nel corso del tempo.

Il sovrano non cederà mai alle minacce degli invasori. Anche nel momento in cui i tedeschi cercheranno di imporre le leggi razziali, il sovrano Cristiano X, manterrà il suo pugno di ferro.

Un episodio da ricordare, che mostra la fermezza del sovrano, riguarda l’imposizione della stella di Davide a tutti gli ebrei. Per tutta risposta, Cristiano X scenderà in piazza insieme alla moglie e ai cittadini, sfilando per le strade della città, con la spilla a forma di stella messa in bella mostra sul petto.

Quando Hitler vorrà mettere in atto la soluzione finale per sterminare gli ebrei nei campi, inizieranno i rastrellamenti casa per casa. Anche in questo caso, i danesi hanno nascosto con coraggio tutti gli ebrei presenti in città. Inizialmente perplessa, anche la Svezia neutrale offrirà il proprio supporto al sovrano, dando così il via al trasferimento degli ebrei nei propri territori. Cristiano X riuscirà a salvare gran parte degli ebrei dalla deportazione e dalla morte. Per questo, lo Stato di Israele ha conferito alla Danimarca il titolo di “Giusto tra le Nazioni”.

Il caso della Danimarca è l’unico caso nella storia in cui, il titolo di Giusto viene attribuito ad una intera nazione.

Questa non è l’unica storia di coraggio. Certamente ce ne sono molte altre. Ecco perché i “Giusti tra le Nazioni” sono più di 20 mila. Tra questi 500 sono italiani. Il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria. In quella occasione ricorre anche la memoria dei Giusti, che con il loro coraggio, hanno salvato delle vite dall’orrore nazista.

Irene Amenta

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *