La gentilezza è il segreto per una passionale vita di coppia

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

La gentilezza, secondo uno studio, è il vero segreto per combattere il calo del desiderio sessuale

La Mente è Meravigliosa
La Mente è Meravigliosa

Desiderio, sesso, amore. Niente di più naturale e impegnativo, soprattutto per coloro che sono “coppia” da molto tempo. Tanti gli ostacoli che possono trovarsi lungo il percorso dell’Amore e del “Vissero per sempre felici e contenti”. Il calo del desiderio sessuale ad esempio. Cosa fare quando non vi è più la scintilla? Quando uno sguardo del proprio partner non provoca più nemmeno un microscopico battito di un’ala di farfalla dentro il vostro stomaco? Come dare nuova linfa vitale alla passione e al desiderio?

Se immaginate che lingerie sexy, parrucche, diamanti, gioielli o cuccioli di animale siano la soluzione giusta, vi sbagliate. Il segreto? La gentilezza.

A confermarlo, una ricerca pubblicata sul Journal of Personality and Social Psychology. Secondo gli esperti, il desiderio sessuale nasce con l’ascoltarsi, l’esserci l’un l’altro, la gentilezza, la dolcezza, dentro e fuori dalla camera da letto. Palesando i propri sentimenti, i propri bisogni, mai dando per scontato se stessi e ovviamente il proprio partner, ascoltando e confessando le proprie emozioni, disagi e desideri, si riesce a mantenere sempre “alto” il desiderio, il voler stare insieme, il viversi come coppia e non più come persone che, nonostante gli anni trascorsi insieme, ormai non si (ri)conoscono più.

Secondo la dott.ssa Gurit Birnbaum, psicologa sociale all’Interdisciplinary Center e a capo dello studio, “la sensibilità crea nel partner la sensazione di essere compreso a fondo. Ciò fa sentire speciali, e questo è molto sexy”.

Ad essere messo alla prova in tre fasi il desiderio di 100 coppie eterosessuali. Durante il primo step, ogni partner ha dovuto valutare il grado di sensibilità del proprio compagno e il proprio desiderio sessuale nei suoi confronti. Nella seconda fase, le coppie hanno dovuto guardare dei video in cui il proprio compagno raccontava davanti alle telecamere episodi piacevoli e non del proprio vissuto e della propria vita di coppia. Nel terzo e ultimo passaggio, ai partecipanti è stato chiesto di scrivere per sei settimane un diario “dell’amore” in cui annotare lo sviluppo della propria relazione, la qualità del rapporto e del proprio partner, soprattutto dal punto di vista emotivo e passionale.

I risultati hanno dimostrato che sia gli uomini che le donne erano maggiormente attratti sessualmente dal proprio partner nel momento in cui quest’ultimo si dimostrava attento, gentile e aperto all’ascolto.

 

Giulia Simeone

 

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.