La libreria motivazionale, dove il lettore ritrova se stesso

0

La libreria motivazionale, dove il lettore viene aiutato a ritrovare se stesso.

L’incontro con il libro

La vendita di libri in Italia avviene principalmente tramite le librerie, in particolare le grandi catene di distribuzione (costituiscono infatti circa l’80% delle vendite totali).

Accanto ad esse si collocano le piccole “librerie alternative”, dove ricercare un libro porta un benessere sia culturale che personale, tramite un contatto originale con il cliente.

Questi piccoli centri culturali, spesso al di fuori di grandi città, hanno un aspetto diverso da quello di una libreria tradizionale. L’incontro con la cultura infatti può avvenire in qualsiasi circostanza e può essere sempre di insegnamento: dalla “libreria-osteria” alla “libreria-galleria d’arte”.

SognaLibro

A Potenza è stata aperta la prima libreria motivazionale chiamata “SognaLibro“, ad opera di Angela di Maggio. Ultimamente il progetto sta prendendo piede anche in città come Bologna e Firenze.

La proprietaria e fondatrice parla di “SognaLibro” come di una vera e propria comunità, in cui la scelta del libro è solo l’atto iniziale, poichè inserito all’interno di un processo personale più ampio. Spesso il cliente che entra in questa libreria sta affrontando un momento di difficoltà:

Chi si rivolge al SognaLibro è alle prese con problematiche diverse rispetto a una persona che entra in una libreria normale. Può trattarsi di un disagio psicologico o fisico, di una crisi esistenziale, di un momento “no” in ambito familiare o lavorativo.

“SognaLibro” nasce infatti proprio da un momento di difficoltà di Angela, sia lavorativo che personale: da questa situazione partorisce l’idea di una libreria intesa come luogo di ripartenza personale, grazie al sostegno di “personal coach” che accompagnano e motivano il cliente.




“Le parole sono semi”

Sparse per tutta la libreria si trovano frasi motivazionali scritte sui muri, perché il contatto con la parola può avvenire ancora prima di aprire un libro. “Le parole sono semi” è il motto di “SognaLibro”, perché si vuole insegnare un utilizzo della parola che non allontana gli uomini tra loro e non intimorisce, bensì una parola che costruisce e che porta frutto.

All’interno di “SognaLibro” interesse principale è la persona: attraverso la lettura e affiancati dallo staff si può intraprendere un cammino di crescita personale. La piccola ed accogliente realtà della libreria può rispondere ad un sentimento di isolamento e alienazione, causato da un’insofferenza generale di fronte alle tante tragedie quotidiane e alle tante parole di odio che si riversano sui Social Network.

Una parola che dia frutto e maturi nei cuori delle persone.

 

Jacopo Senni

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi