Lacrime: La bellezza, dove c’è tristezza

Fotografie che rivelano la bellezza celata in piccole gocce di tristezza.

Tutti noi abbiamo bisogno di piangere, qualche volta. Scientificamente, le lacrime sono suddivise in tre differenti tipologie, in base alla propria origine: lacrime di base, di riflesso o di emozione.

Siamo tutti più o meno familiari con ogni tipologia di lacrima, ma come appaiono al microscopio ?  C’è differenza? La scienza dice che ogni lacrima ha una differente viscosità e composizione. Tutte le lacrime contengono una varietà di sostanze biologiche includendo olii, anticorpi ed enzimi sospesi in acqua salata.

Proprio a causa di queste domande un fotografo ha deciso di iniziare a “sperimentare” con alcuni amici. Alcune serate, chiedeva loro di andare da lui e scegliere uno tra i vari metodi di pianto.

Le scelte erano tra : scegliere di piangere per il taglio di una cipolla o dopo aver mangiato peperoncini piccanti, per aver fissato un ventilatore oppure piangere per la tristezza o di gioia. Per vedere se ci fosse una somiglianza o una differenza nella struttura delle lacrime, ha scattato una foto per ogni lacrima, sotto un microscopio.

Un processo relativamente semplice e divertente dove, per prima cosa, bisogna raccogliere la lacrima con una micropipetta. Dopo aver raccolto la lacrima, si passano al microscopio piccole gocce da 2-4 mm, che verranno poi cristallizzate e fotografate, per fare una comparazione e vedere le differenze.

La struttura vista sotto al microscopio e nelle immagini sono per lo più sale cristallizzato. Le circostanze secondo le quali la lacrima si disidrata, conduce ad una differenziazione totale sia nelle forme che nella composizione. Quindi due stesse lacrime, con più o meno la stessa base chimica, possono risultare molto differenti, viste da vicino.

In conclusione, quindi, le differenze tra le varie tipologie di lacrime che vediamo, non mostrano la differenza a causa dell’origine del pianto, ma solo la loro differenza in composizione in base alle circostanze in cui vengono cristallizzate.

In ogni caso, non si può negare la loro bellezza in questi scatti.

Fonte immagini : medium.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *