L’inquietante “Gioco di Gerald” arriva su Netflix

Il gioco di Gerald, il romanzo del noto scrittore Stephen King, come già accennato in precedenza (vedi), diventa un film disponibile da oggi sulla piattaforma Netflix. Dopo la Torre Nera, uscito nelle sale quest’estate, ora è il turno di Gerald e del suo personale gioco. A prestare il volto a Gerald Burlingame e a sua moglie Jessie, troveremo rispettivamente Bruce Greenwood e Carla Gugino. La Jessie Burlingame adolescente sarà invece interpretata dalla giovane Chiara Aurelia. Dietro la macchina da presa invece ci sarà Mike Flanagan, già regista di film horror come Oculus – Il riflesso del male e Ouija – L’origine del male.

Qui di seguito le immagini del trailer promo del film:

 

In realtà, quindi, nonostante il titolo, sarebbe più corretto dire che è il turno di Jessie, piuttosto che Gerald, in quanto vera protagonista del racconto.

 




La Trama de Il gioco di Gerald
il gioco di gerald
Fonte: https://33hpwq10j9luq8gl43e62q4e-wpengine.netdna-ssl.com/wp-content/uploads/2017/09/Geralds-Game.jpg

La storia verte sui Gerald e Jessie Burlingame in viaggio per una tranquilla e appartata villeggiatura sul lago. Qui Jessie decide di piegarsi all’ennesimo capriccio, o per meglio dire “gioco” sessuale di suo marito Gerald e proprio per questo si ritroverà ad essere ammanettata al letto dal marito. Sentendosi però d’un tratto umiliata respinge bruscamente il marito. Gerald a questo punto si accascia e muore colto da un infarto lasciando così la donna incatenata al letto nel nulla. In questo scenario Jessie avrà tutto il tempo per ripercorrere la sua vita e cercare una via per la salvezza, anche se la situazione sebbene già estremamente drammatica minaccia di peggiorare.

Come risulta evidente già dal trailer, il cast è piuttosto ridotto. Questo perché essendo un romanzo molto introspettivo non presenta molti personaggi nella storia. Tuttavia non manca certo una buona dose di inquietudine e di angoscia alla “King”. Lo stesso scrittore attraverso un tweet ha definito il film come “spaventoso e ipnotico”.

Aspettando, dunque, la tanto attesa riedizione del film IT in uscita a ottobre (vedi qui), il consiglio è di non perdersi questo nuovo adattamento. Soprattutto se si è amanti del genere thriller introspettivo e ancora di più se si è accaniti lettori dei romanzi dello scrittore americano.

 

Emanuele Algieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *