L’Italia sarà un Paese di single?

0

Dimentichiamoci le vecchie foto in bianco e nero, con la famiglia numerosa e i pranzi interminabili. Scrolliamoci di dosso quell’immagine che vuole il nostro Paese, l’Italia, a spiccata trazione familistica. Il futuro potrebbe essere un altro. Molto diverso da quello che pensavamo e da quello che ancora siamo abituati a pensare. Cresce infatti il numero dei single ad un ritmo che, se mantenuto, potrebbe stravolgere completamente l’assetto sociale italiano.

Ad illuminarci sulle nuove tendenze è l’Annuario 2016 dell’ISTAT, il quale ci informa che negli ultimi vent’anni i single sono raddoppiati. E attenzione: non si parla di vedovi, ma di persone che hanno deciso di rimanere da sole. Circa 4,8 milioni di persone, pari al 7,9% della popolazione. Una bella fetta di persone che sfiora gli 8 milioni se a queste sommiamo anche vedovi, divorziati e monogenitori.

single
Fonte: irpinianews.it

Nonostante il numero dei matrimoni nel 2015 sia aumentato rispetto al 2014, i numeri complessivi registrano un calo profondo negli ultimi vent’anni, e le proiezioni rimandano ad una crescita esponenziale delle famiglie unipersonali, insieme al milione di coppie che probabilmente non convoleranno mai a nozze. Tendenza che, se fosse confermata, vedrebbe nei prossimi decenni la metà delle cosiddette “millenials”, ovvero le ragazze nate dopo il 2000, senza mai un anello al dito.

Se prima il matrimonio era il punto di arrivo per la stragrande maggioranza delle donne italiane, oggi le cose sono cambiate. Con viva preoccupazione della Chiesa, che vede vacillare uno dei sacramenti più importanti. Ma segnali d’allarme vengono lanciati anche dai demografi, preoccupati per il costante calo delle nascite, fenomeno che potrebbe mettere in discussione la sopravvivenza stessa del nostro Paese e della sua cultura.

Ad essere soli sono principalmente gli uomini, il 55,3% con un potere d’acquisto mediamente più alto rispetto ad un coetaneo che vive in famiglia. E con maggior tempo libero a disposizione, con una forte propensione ai consumi. Non a caso oggi esiste un intero mercato dedicato per l’appunto ai single. Cene, crociere, feste, confezioni alimentari: tutto comincia ad essere pensato anche per loro, destinatari di un mercato che promette di girare su numeri estremamente importanti.

Alessandro Orofino

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi