L’LSD sostanza allucinogena: quali sono gli effetti ed i danni?

0

L’LSD è una sostanza psicoattiva. Si tratta di un prodotto di origine semisintetico, lavorata a partire da una modificazione dell’acido lisergico. È classificata come sostanza allucinogena. Quali sono i suoi effetti e i danni?

Gli effetti dell’LSD dopo la sua assunzione

A differenza di altri tipi di droghe l’LSD ha effetti imprevedibili. Questi dipendono da vari fattori. Tra questi hanno un grande peso la dose assunta e l’ambiente circostante. A livello individuale sono da considerare la personalità e l’umore.

L’aspetto psicologico

Le sensazioni possono variare da consumatore ad un altro. Si passa dall’euforia ed intensa beatitudine a momenti di forte delusione. Si può riscontrare la perdita del senso di identità, alterazioni della personalità e dello stato di coscienza.

Le alterazioni sensitive-percettive della realtà

La droga altera il consumatore a livello sensitivo e percettivo della realtà.

La più consistente alterazione riguarda la percezione visiva. Può vedere oggetti muoversi quando nella realtà sono fermi. Oppure vedere i colori più intensi. In aggiunta si ha un’alterata percezione della velocità, nonché una perdita della condizione temporale.




Anche a livello uditivo si riscontrano delle alterazioni. Ad esempio, il consumatore può riscontrare delle difficoltà nel riconoscere i suoni, oppure li può sentire più intensi e amplificati.

Gli effetti dell’LSD sul corpo

LSD presenta alcuni effetti fisici in comune con la cocaina. Tra questi c’è la pupilla dilatata, la sudorazione, i tremori. Come la cocaina c’è un innalzamento della temperatura corporea. Insieme si a ciò si ha un aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.

Le modalità di assunzione

LSD dal punto di vista chimico

LSD si presente in diverse forme. Dalle compresse, alle capsule fino a foglietti di carta imbevuti. Per le compresse e le capsule l’assunzione avviene tramite l’ingestione. Nel terzo caso, si applica sulla lingua il foglietto di carta. Altri metodi sono l’iniezione intramuscolare ed endovenosa.

I danni provocati da questa droga

Gli effetti si manifestano dopo circa 60 minuti dall’assunzione. e si possono protrare per 12 ore. I tempi variano molto dal dosaggio e dalla tolleranza del consumatore.

L’aspetto più preoccupante di questa droga sono i flashback da LSD. Il consumatore, a distanza di giorni o anni, rivive le sensazioni della droga. Si tratta di momento del tutto inatteso.

Oltre ai flashback il consumatore può sviluppare una condizione nota come HPPD. Questo è l’acronimo inglese di Hallucinogen Persisting Perception Disorder, ovvero disordine di percezione persistente da allucinogeni.

Si tratta di disturbi di tipo sensitivo che si caratterizzano in modo semipermanente.

La pericolosità dell’LSD

Difficilmente crea dipendenza. Occorre però stare attenti con questa affermazione. Di fatto, la tolleranza verso questa sostanza cresce molto rapidamente, portando il consumatore ad assumere dosi sempre maggiori.

L’overdose da LSD è rara. Sono invece riportati molti casi di incidenti, nonché comportamenti auto-lesionistici e suicidio. Questi sono stati dovuti ad alterazioni sensoriali della persona.

Valentina Imperioso

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi