L’uragano Delta colpisce il Messico, Ricardo Pimentel accoglie 300 cani in casa sua

 L’uragano Delta colpisce il Messico. Le porte delle case di tutti gli abitanti della penisola dello Yucatan si chiudono. Tutte tranne una: un uomo ha aperto la porta di casa sua a circa 300 cani randagi (e non solo). La sua abitazione si è trasformata in un rifugio improvvisato. E non è il remake de La carica dei 101.

È la storia di Ricardo Pimentel.

L’uragano Delta colpisce il Messico

Tutto è iniziato nella notte tra il 6 e il 7 ottobre. Ricardo scriveva  agli amici – con un post su Facebook – che aveva tagliato i rami e inchiodato le finestre della Tierra des Animales, il rifugio che lui stesso ha realizzato quasi un decennio fa a circa 30 chilometri a sud-ovest di Cancun, dove attualmente vive insieme con la sua famiglia.

Infatti, Ricardo aveva lasciato il college e, dopo anni trascorsi a riparare motociclette e adottare cani randagi, nel 2011 riuscì finalmente realizzato il suo sogno d’infanzia: aprire un rifugio. Un rifugio che oggi ospita circa 500 animali in quasi 4 ettari di terreno.

Nel post, inoltre, avvertiva del potenziale devastante dell’uragano Delta e, preoccupato di una possibile chiusura prolungata dei negozi e della conseguente carenza di cibo per i suoi animali, chiedeva delle donazioni:

“Se vivessi con 10 o 20 cani, non mi preoccuperei molto, ma qui abbiamo centinaia di animali e non possiamo permetterci il lusso di non avere abbastanza cibo.”

Per tenere al sicuro gli animali però, non ha esitato a portarli tutti dentro casa. Ci sono volute ore per completare l’operazione di trasferimento. E come si vede nella foto, la casa si è trasformata in un rumoroso e accogliente canile. Ma non solo.

Decine di gatti hanno trovato riparo nella stanza del figlio. Quella della figlia si è trasformata, invece, in una piccola fattoria con pulcini, conigli e un riccio. Il patio, poi, è stato destinato a un gregge di pecore.

Ricardo Pimentel afferma soddisfatto

“Ne valeva la pena: tutti sono sopravvissuti alla tempesta. Le cose che hanno rotto possono essere riparate o ricomprate, la casa ripulita, ma la cosa bella è vederli felici, sani e sicuri, senza traumi e ora hanno anche maggiori opportunità di essere adottati”.

 

Ricardo Pimentel e i cani in casa
fonte: www.facebook.com




Un post che ha fatto il giro del mondo

Quel suo post è diventato virale. Ha fatto il giro del mondo. E sono arrivate migliaia di dollari di donazioni. Come lui stesso racconta, è stata la più grande raccolta fondi da quando ha aperto Tierra de Animales. Denaro che gli è stato utile sia per nutrire tutti quegli animali, sia per riparare i danni inevitabilmente causati dall’uragano.

Se è vero, come scriveva Immanuel Kant, che

Possiamo giudicare il cuore di un uomo dal modo in cui tratta gli animali,

allora possiamo giurare che Ricardo Pimentel supera ogni aspettativa.

Giulia Chiapperini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *