Machu Picchu, un prodigio dell’ingegneria tra sacro, mistico e paranormale

È un mistero come popolo antico, senza tecnologia, sia riuscito ad ereggere una costruzione come Machu Picchu

La valle dell’Urubamba ospita uno dei luoghi più affascinanti. Un luogo che ha conquistato il titolo di meraviglia del mondo moderno. In Perù giacciono le rovine di una città perduta avvolta dal mistero.

Machu Picchu vista dall'alto
0

Machu Picchu è il nome del sito archeologico che sorge sulle rive del fiume sacro Urubamba, in Perù, e significa “Vetta Antica”. È un luogo sacro di fondamentale importanza per la cultura mondiale. È stata nominata dall’UNESCO una delle sette meraviglie del mondo moderno. Non passa inoltre inosservata la capacità con cui gli andini costiurono il sito.



Machu Picchu, il mistero dietro la costruzione

La tecnologia con cui è stata costruita questa impervia città è a dir poco impressionante. Soprattutto se si pensa che ad effettuare i lavori sia stata una civiltà antica. Venne costruita nel XV secolo, ma fu scoperta soltanto poco tempo fa. Questo luogo è stato inespolorato e abbandonato per secoli finchè nel 1911, un archeologo e professore di Yale, lo scoprì.

Hiram Birgham nel luglio di quell’anno si imbattè in una meraviglia del mondo moderno. Molti credono che questa sia la leggendaria città perduta degli Inca. Ma un mistero giace dietro la sua costruzione. La domanda è: come hanno fatto gli Inca ad erigere una città inacessibile? Senza animali da tiro, ruota, ferro e altra tecnologia, è possibile trasportare oltre 100 tonnellate di pietre? Il tutto ovviamente su montagne alte più di duemila metri.



Opere di ingegneria

La maggior parte degli studiosi contemporanei rimangono sbalorditi dai progetti che hanno realizzato. Machu Picchu sorge tra due vette montuose, può resistere ad intemperie di ogni tipo e terremoti. Il luogo in cui si trova è spesso soggetto ad eventi sismici, quindi i suoi costruttori oltre che essere abili dovevano essere piuttosto intelligenti.

Le pietre sono state intagliate con così tanta precisione, che messe insieme, non fanno passare nemmeno uno spillo. Se non fosse stata costruita in questo modo sarebbe crollata molto tempo fa. Questa città è ancora in fase di scoperta. Sono infatti presenti molti sentieri ancora inesplorati a causa della mancata iniziativa di nuove esplorazioni.



Origini sacre, mistiche, extraterrestri

Ci sono molte teorie sull’origine di questo luogo. Forse era la residenza del re Pachacutec, oppure la riproduzione del paesaggio mitologico presente nella religione degli Inca. Magari un santuario costruito per onorare un luogo sacro. Machu Picchu si trova completamente circondata dal fiume più sacro per gli Inca, il fiume Urubamba, e inoltre in prossimità di altre due sacre cime montuose. Hanno addiruttura avanzato ipotesi ufologiche, secondo le quali il sito sia stato costruito da civiltà di un altro mondo.

In quella valle, ci sono molti templi sacri e una strana pietra della quale non si riesce ancora a dare una spiegazione. Forse è un altare sacro, un osservatorio astronomico oppure un orologio solare. Vi è anche un monumento sconosciuto a moltissimi. Si chiama il Tempio della Luna. Ma lo possono vedere soltanto coloro che riusciranno a scalare la montagna di Huayna Picchu.

 

Rebecca Romano

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.