Notte Europa dei musei 2017 : Musei in Contes[x]t.

La Notte europea dei musei prevede l'apertura eccezionale e gratuita di alcuni musei europei per un'intera serata.

Palazzo Vecchio, Firenze.
0
Nel weekend del 20 e 21 maggio 2017 il MiBACT torna a celebrare la Festa dei Musei. Con eventi, aperture straordinarie e iniziative dedicate a grandi e piccini.

Uno degli appuntamenti culturali più attesi del mese di maggio, per celebrare la Festa dei Musei, patrocinato dall’Unesco.  Giunta alla sua 13^ edizione, la Notte dei Musei 2017,  si svolge sabato 20 maggio e fa parte del più ampio programma culturale per celebrare la Festa dei Musei, promosso dal MiBact. Si tiene nel weekend del 20-21 maggio. In continuità con la Giornata Internazionale dei Musei – International Museum Day – del 18 maggio.

Quindi, l’obiettivo dell’iniziativa, consiste nell’apertura straordinaria notturna di musei e gallerie in tutta Europa. Al fine di valorizzare l’Identità culturale europea. Si colloca a ridosso dell’International museum day. Evento annuale promosso dall’ICOM fin dal 1977 e rivolto alla valorizzazione dei Musei e del Patrimonio culturale.

Le Gallerie d’Italia hanno confermato la loro partecipazione con l’apertura serale straordinaria dalle 20 a mezzanotte. Nelle tre sedi di MilanoNapoli e Vicenza. Un’occasione per trascorrere un sabato sera speciale all’insegna dell’arte. Come da tradizione, per l’occasione, è stata previsto l’ingresso al prezzo simbolico di 1€.

Che cos’è la Notte Europea dei Musei?

E’ una manifestazione nata in Francia nel 2005 – La nuit Européenne des Musées– da una proposta del Ministero della Cultura e della Comunicazione. Organizzata dall’International Council of Museums (ICOM). Prevede l’apertura serale e possibilmente gratuita dei Musei, con l’intenzione di offrire un’esperienza insolita ai visitatori ma soprattutto coinvolgere un target più giovane. E’ promossa dal Consiglio d’Europa nei 47 Paesi aderenti e quindi anche in Italia ma – a quanto pare – non esiste un sito di riferimento europeo. L’evento si svolge in tutti i paesi firmatari della convenzione culturale del Consiglio d’Europa.

Com’è organizzata in talia? 

Sul sito ufficiale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) si legge:

FESTA DEI MUSEI e NOTTE EUROPEA DEI MUSEI
20-21 Maggio 2017

Il 20 e 21 maggio il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo celebra la seconda edizione della Festa dei Musei sul tema “Musei in Contes[x]t: raccontare l’indicibile nei musei”. Durante la Festa, nella serata del 20 maggio, si svolge la tredicesima edizione della Notte europea dei Musei con tre ore di apertura serale straordinaria, al costo simbolico di un euro.

Musei in contes[x]t: raccontare l’indicibile nei musei.
Giornata internazionale dei musei, tema proposto: “Musei in Contes[x]t: raccontare l’indicibile nei musei”. 

Il tema scelto per il 2017 è: “Musei e storie controverse: raccontare l’indicibile nei musei”. I musei sono invitati a presentare, partendo dalle proprie collezioni, testimonianze e memorie di episodi tragici. O, semplicemente, controversi e inespressi del passato e del presente. Proponendone – attraverso attività di esposizione, interpretazione, discussione, mediazione – la rilettura da più punti di vista e invitando il pubblico a una riflessione critica, scevra da passioni, pregiudizi di parte o preconcetti culturali e ideologici. In tal modo i musei potranno confermare il proprio ruolo di soggetti attivi nella società contemporanea, promotori di conoscenza reciproca e di dialogo tra le culture e le comunità, luoghi di incontro e di pacificazione.

Il titolo e il brand della manifestazione prevedono una provocatoria sovrapposizione semantica delle parole contest 

Ci richiama a considerare in quali modi operiamo affinché i musei, in cui o per cui lavoriamo, siano consapevoli del loro ruolo nella società. Siano luoghi di confronto aperti anche a temi controversi, scomodi, negati. Analisi in cui siamo chiamati a distinguere e a identificare il consapevole dall’inconsapevole. L’irrilevante dal rimosso. Il respinto dal trascurato. L’emarginato dal cancellato. Il censurato dall’ignorato.

L’iniziativa dà l’opportunità, ai musei e ai loro visitatori, di riflettere su quelle testimonianze del nostro Patrimonio materiale e immateriale. Che, per motivi politici, storici, ideologici, religiosi, etici o di identità, sono state emarginate o addirittura escluse dall’esposizione museale e dal racconto al pubblico. Divenendo così espressione di negazione e (auto)censura: il “non detto”, “l’indicibile”appunto.

Come per l’edizione passata, il programma preliminare prevede un’offerta di eventi culturali diversificata per fasce di orario e target di pubblico: 

Sabato 20 maggio: mattina dedicata alle famiglie e ai bambini (9.00-14.00: “Il Patrimonio per i bambini”). Il pomeriggio ai tecnici, ai curiosi e agli appassionati (a partire dalle 14.00 e fino all’orario di chiusura: “Il racconto del Patrimonio”“Largo all’esperto”“Dietro il Patrimonio”) e/o al grande pubblico, con eventi che coinvolgono tutte le arti (a partire dalle 14.00 e fino all’orario di chiusura: “Lo spettacolo della cultura”).
Domenica 21: con “Il Patrimonio per/di tutti”, dalle ore 9.00 alle 20.00, sarà un giorno di festa per tutte le categorie di visitatori. Potranno aderire a iniziative ispirate al tema della partecipazione al patrimonio così come promosso dalla Convenzione di Faro del 2005.

Gli hashtag ufficiali per seguire e raccontare l’evento sui social sono: #FestadeiMusei2017  |  #FDM2017  |  #FestadeiMusei  |  #museincontesXt  |  #Culturaèpartecipazione

Per informazioni: eventi@beniculturali.it

 

Felicia Bruscino

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi