Tagli alla sanità: in Calabria manca il gesso, pazienti medicati con il cartone

Il Pronto Soccorso sprovvisto anche di tutori e altri presidi

0

Surreale la situazione all’ospedale di Reggio Calabria. Troppi tagli alla sanità: pazienti medicati con cartone, garze e scotch per la mancanza di gesso e personale.

gesso
Esempio di medicazione di fortuna con cartone e scotch

La notizia potrebbe sembrare una bufala, eppure il fatto è reale. E non sta accadendo in un ospedale da campo di un Paese del terzo mondo, ma in un ospedale supposto DEA (dipartimento d’emergenza e accettazione) di II livello, una struttura altamente qualificata e in grado di far fronte alle situazioni più gravi complicate. Per di più è l’unico ospedale in una città con più di 200000 abitanti, e il punto di riferimento per la provincia (750000 abitanti).
L’azienda sanitaria calabrese presenta da tempo più di 100 milioni di euro di buco nel bilancio. Per questo è stata tempo fa commissariata e sono stati effettuati tagli nel tentativo di risanare il bilancio.




Eppure le carenze dell’ospedale di Reggio Calabria cominciano a essere troppe: prima le lamentele per la mancanza di personale, ora mancano anche i presidi medici più banali, come il gesso. Questo è quanto riportato dai malcapitati che si sono recati presso la struttura in cerca di soccorso, le cui foto pubblicate in rete stanno diventando virali.

gesso
Pronto Soccorso dell’ospedale di Reggio Calabria

A causa dei tagli in bilancio, l’unico reparto fornito di gesso adatto per il trattamento di fratture e distorsioni è l’ortopedia. Il reparto però resta chiuso durante le ore notturne a causa della mancanza di personale. Di conseguenza, chi si reca in queste ore al Pronto Soccorso in cerca di aiuto, si vede medicato con cartoni, garze, scotch e bende. Tutte strategie di fortuna messe in atto dal personale per sopperire all’incredibile situazione che si è venuta a creare. I pazienti vengono poi inviati la mattina seguente con appuntamento al reparto di ortopedia, dove finalmente fratture e distorsioni vengono adeguatamente trattate (sempre che nel frattempo non siano peggiorate).

Attenti abitanti di Reggio Calabria e provincia: rompersi un piede di notte potrebbe essere davvero un bel problema.

Marco Giglia

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi