Maradona, operazione a Buenos Aires andata a buon fine

Il Pibe de Oro ha subito un intervento all'apparato gastro-intestinale in seguito a dei controlli effettuati ad inizio mese

0

L’operazione a Diego Armando Maradona è andata a buon fine. L’ex calciatore del Napoli ha subito un intervento all’apparato gastro-intestinale presso la clinica Olivos di Buenos Aires.

Accertamenti ed intervento per Maradona

Lo scorso 4 gennaio durante dei controlli, era stato rilevato un sanguinamento allo stomaco. Per questo motivo i medici hanno disposto l’operazione per il Pibe de Oro, onde evitare che il problema potesse aggravarsi. L’intervento è durato un’ora e non ha avuto complicazioni. Resterà in ospedale fino al completamento del recupero, probabilmente fino al 20 gennaio. Se tutto dovesse andare secondo i piani l’argentino potrà tornare presto alla guida della formazione messicana del Dorados.

Tweet del suo avvocato

Subito dopo l’operazione, il suo legale Matias Morla ha dato la notizia della buona riuscita dell’operazione attraverso un breve tweet. Eccone un estratto: “Appena terminata l’operazione chirurgica di Diego Armando Maradona. Grazie a dio tutto è andato tutto perfettamente”.

I problemi di salute del passato

Related Posts

Diverse sono le vicissitudini legate alla salute di Maradona. Non è un segreto che il campione argentino è stato dipendente dalla cocaina per circa vent’anni. Come ha raccontato egli stesso, il tutto ha inizio negli anni ’80, ma la situazione degenera durante la sua permanenza a Napoli.

Alla mezzanotte del 1° gennaio del 2000, nel bel mezzo dei festeggiamenti in Uruguay, il fuoriclasse fu trasportato d’urgenza in terapia intensiva a causa di una aritmia ventricolare e una crisi ipertensiva. Fu allora che il campione decise di iniziare un percorso di disintossicazione, ma nel 2004 ebbe un infarto e una nuova crisi ipertensiva, a causa di un’overdose di cocaina.

Al suo quadro clinico si aggiungono ancora problemi di peso: allontanatosi dallo sport e continuando con un’alimentazione malsana e con le sostanze stupefacenti, l’ex campione azzurro arriverà a pesare 120 kg nel febbraio del 2005. Fu allora che si sottopose ad un’ulteriore operazione in Colombia, che gli permise di perdere più di 50 kg. Nonostante tutti i vari problemi affrontati, Maradona continuerà il suo legame con alcol, droghe e cibo, arrivando ad avere anche problemi renali. La sua penultima operazione risale al 2012, quando il Pibe de Oro si subisce un secondo intervento di bypass gastrico, questa volta in Venezuela.

Antonio Pilato

 




Leave A Reply

Your email address will not be published.