Marilyn Monroe e Ella Fitzgerald: l’amicizia oltre la discriminazione

Marilyn Monroe e ella Fitzgerald erano grandi amiche.

L’amicizia tra Marilyn Monroe e Ella Fiztgerald svolse un ruolo fondamentale ai tempi di massimo splendore delle due dive. Nel 1954 il jazz impazzava e la segregazione nelle scuole pubbliche era stata finalmente dichiarata incostituzionale. Nonostante questo, però, i musicisti di colore non se la passavano affatto bene e, tra essi, Ella Fitzgerald.

Per quanto fossero famosi, era estremamente difficile per loro ottenere serate nei locali più celebri. Quando stavano per esibirsi poi, con estrema facilità qualche poliziotto razzista irrompeva nei camerini e li arrestava con una scusa. È capitato spesso anche ad Ella ed ai suoi musicisti, personaggi del calibro di Dizzy Gillespie e Illinois Jacquet.

Ci portavano a forza in commissariato, e quando arrivavamo lì avevano pure la faccia tosta di chiederci gli autografi





Così racconterà poi la Fitzgerald. Per Marilyn la situazione era notoriamente diversa: era una star del cinema, acclamata in tutto il mondo. Ma la bionda aveva ottimi gusti musicali, tanto che la sua cantante preferita era proprio Ella Fitzgerald. Un giorno l’attrice viene a sapere che, alla possente voce nera, era stato impedito di esibirsi al Mocambo, il locale hollywoodiano di Sunset Boulevard.

Marilyn telefona al proprietario del locale e insiste finché egli non accetta l’allettante proposta dell’attrice:

Fai cantare Ella Fitzgerald nel tuo locale, ed io mi impegno a sedere in prima fila ogni sera, per una settimana

Così iniziò l’amicizia tra Marilyn Monroe e Ella Fitzgerald.

Non è chiaro se si conoscessero già, ma da allora divennero legatissime. Questo perché Marilyn fece ancora di più: era in prima fila a tutti i concerti di Ella e, durante uno di essi, si lasciò addirittura fotografare con lei, cosa non da poco ai tempi. I giornali impazzirono, e da allora tantissime star vollero farsi fotografare con Ella Fizgerald.

La cantante ebbe così la strada spianata, riuscendo a ottenere serate nei più importanti locali del tempo e consolidando così la propria fama. Va detto che l’episodio è stato raccontato dalla stessa Ella in un’intervista. Nonostante questo, qualcuno sostiene che si tratti una leggenda, qualcun altro che la storia non riguardi il Mocambo ma il Tiffany Club, un locale jazz al 3260 West 8th Street, a East Hollywood.

Ciò che conta davvero, però, è la forte amicizia che concretamente univa Marilyn Monroe e Ella Fitzgerald, testimoniata dai contemporanei e dalle foto delle due artiste ritratte insieme.

Un’amicizia importantissima per due motivi estremamente validi: grazie ad esse, infatti, il mondo ha conosciuto la voce di Ella e, inoltre, l’integrazione razziale ricevette una spinta enorme negli Stati Uniti degli anni ‘50.

Mariarosaria Clemente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *