Mens sana in corpore sano: ennesima conferma

Fin da quando il poeta latino Giovenale all’inizio del secondo secolo dopo Cristo nella sua Satira X scrisse “orandum est ut sit mens sana in corpore sano” cioè “dobbiamo pregare per avere una mente sana in un corpo sano”  l’importanza di una buona condizione fisica per il benessere psichico e mentale è stata raramente messa in dubbio, però quanto ciò sia scientificamente appurato è stato spesso sottovalutato.
Per questo ogni volta che leggo di uno studio sul rapporto tra esercizio fisico e salute (in particolare mentale) ne dò notizia non ritenendolo mai pleonastico.
Eccomi quindi a rilanciare la notizia proveniente dall’Università della California a San Francisco della pubblicazione su Alzheimer’s & Dementia di una ricerca che evidenzia come l’esercizio fisico negli anziani svolga un’azione protettiva.
L’autrice principale della ricerca, la dottoranda e aiuto professore Kaitlin Casaletto ha lavorato col professor  William Honer dell’Università della British Columbia che è l’autore senior, gli autori principali della ricerca spiegano che dimostrare questa azione protettiva dell’attività fisica sugli esseri umani non è facile, per dimostrare non si intende fare uno studio osservazionale sulle condizioni mentali dei soggetti, ma osservare effetti biologici misurabili. Nel caso di questo studio i partecipanti hanno donato il loro cervello alla scienza, dopo la morte per cause naturali ovviamente.


Quello che i ricercatori hanno potuto verificare è che nel cervello di coloro che si erano mantenuti fisicamente attivi c’era una maggiore quantità di quelle proteine che favoriscono lo scambio di informazioni tra i neuroni.
In passato sempre tramite le autopsie si era già verificato qualcosa del genere ma si pensava che l’effetto fosse limitato per lo più all’ippocampo (e dunque che i benefici andasero soprattutto alla memoria) invece i ricercatori di questo studio hanno verificato che l’effetto va ben oltre quell’area e che tutte le funzioni cognitive ne beneficerebbero, mens sana in corpore sano è sempre più vero.

Roberto Todini

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *