Messi e la Budweiser: la birra del record ai portieri battuti

Lionel Messi si conferma uno dei più grandi della storia del calcio. Questa volta la “Pulce” Argentina è riuscita a battere addirittura il più grande di tutti: Pelé. E la Budweiser, birra tedesca di cui il dies del Barcellona è testimonial ha voluto celebrare con una simpatica iniziativa l’ennesimo traguardo raggiunto dal fuoriclasse blaugrana.




La carica dei 644

Il record in questione è quello del maggior numero di gol segnato in carriera con la maglia dello stesso club. Sino al 22 Dicembre scorso, a guardare tutti dall’alto era Pele’, forte dei 643 gol messi a segno con la maglia del Santos. Poi, al minuto 65 del match tra Barcellona e Valladolid Messi incrocia il sinistro e mette a segno il gol numero 644 in maglia blaugrana. Un traguardo importante per l’argentino, e un tripudio generale che rappresenta un segnale importante anche per il futuro dopo la burrascosa estate trascorsa ad un passo dall’addio.

 Ogni gol ha il suo destinatario speciale

644 gol. Una infinità….come celebrare degnamente l’impresa? L’idea geniale viene alla Budweiser, fresca di collaborazione con la Pulce. Una birra per ogni gol segnato. Ma a chi recapitarle? Ogni preziosa bottiglia ha dedica e destinatario speciale: il portiere che ha subito ognuno dei 644 gol fatti da Messi. Vi starete chiedendo “Chissà quanti sono usciti sconfitti dalle sfide con il mancino di Leo”. Risposta? 160 estremi difensori battuti in carriera. Che si son visti prontamente recapitare sotto l’albero la bottiglia  a loro riferita (nell’etichetta sono state tutte numerate dal gol numero uno sino a quello del record) con annessa firma della Pulce. La trovata è diventata virale sui sociale i siti facendo risuonare ancora più forte l’eco dell’evento…anche grazie agli inediti “sponsor” che si sono prestati alle celebrazioni. Una vincente campagna di marketing per la birra Budweiser e per Messi, che ha prontamente rilanciato l’iniziativa ammettendo che nessun gol è mai veramente facile.

Vittime illustri

Sono tante infatti le vittime illustri dell’argentino. Da Iker Casillas, ex portiere del Real Madrid che memore dei leggendari scontri nel “Clasico” contro il Barcellona si è visto recapitare ben 17 bottiglie, sino al nostro Gigi Buffon, che ha dovuto raccogliere dalla rete i gol numero 514 e 515 e si è congratulato con Messi per il record raggiunto sui social scrivendo:  “Grazie per le birre, lo prendo come un complimento! Abbiamo combattuto grandi battaglie nel corso degli anni!”. Un posto nella storia del calcio insieme a Messi e una birra fresca, in fondo, valgono bene qualche gol preso.
Beatrice Canzedda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *