Metathesiofobia: la paura dei cambiamenti

Dalla parte di chi lotta per essere riconosciuto, dell'essere umano e dei suoi diritti.
Contribuisci a preservare la libera informazione.

DONA

Durante il percorso della vita, capita a tutti di vivere un cambiamento sia riguardo le persone che le cose. Spesso dinanzi a un cambiamento, siamo soliti porci molti interrogativi dai quali emerge ansia, paura. Si tratta di metathesiofobia: la paura dei cambiamenti, sia riguardo le cose che le persone.


Spesso la paura del cambiamento ci porta ad adagiarci, a vivere passivamente. La conseguenza di tutto ciò è che spesso ci troviamo a vivere situazioni, rapporti, che in realtà non ci piacciono. La paura dei cambiamenti ci fa accettare quella condizione di comfort, anche se siamo consapevoli dell’infelicità che questo comporta. Diventiamo vincolati a non intraprendere una strada che possa farci vivere una vita migliore.

Le cause della metathesiofobia

La psicologia cerca di evidenziare le cause che ci portano a vivere questa paura, in quanto molto spesso diventa vera e propria fobia.

Tra le prime cause vi è la paura dell’ignoto.  La grande difficoltà è dovuta dal fatto che temiamo ciò che non conosciamo. Infatti affrontiamo con maggior conoscenza ciò che è per noi familiare.

Un’altra causa è la paura del fallimento. Perdere una persona a noi vicina, vedere questa persona cambiare ci porta a mettere in discussione noi stessi. Temiamo di non farcela perché quella persona, quel rapporto, quella cosa, non sono più come noi. Pensiamo di non farcela perché stiamo uscendo dalla nostra zona di comfort e siamo portati a vivere il timore di fallire. Viviamo questa situazione perché la paura del cambiamento e del fallimento, ci ha portati a pianificare la nostra esistenza senza pensare che la vita è un continuo cambiamento. E quindi, appena questo accade, sentiamo una sensazione di vuoto e ci martelliamo di domande del tipo “cosa succederà ora?”

Evitiamo di affrontare il cambiamento perché siamo condizionati da ciò che pensano gli altri di noi. Abbiamo paura delle aspettative altrui, di deludere, di essere criticati. Così, torniamo a vivere passivamente e non agiamo.

Tra le altre principali cause vi è l’attaccamento alle cose. Spesso ci attacchiamo emotivamente anche agli oggetti, al lavoro, alla casa. È così che , anche solo l’idea di stravolgere tutto questo, ci terrorizza.

Si ha paura perché riteniamo che il cambiamento possa farci perdere il controllo della situazione.

Possibili soluzioni alla metathesiofobia

La psicologia cerca di aiutare chi vive questa situazione di paura che, come detto sopra, può trasformarsi in vera e propria fobia. Ad esempio, per evitare che questo accada, è opportuno accettare e razionalizzare il cambiamento, prendere coscienza e agire. Risulta essere necessario intraprendere un percorso psicoterapeutico, in quanto chiedere aiuto significa assumere la consapevolezza e la volontà di tornare a vivere una vita migliore. Chiedere aiuto è un grande passo, perché questo percorso aiuta a metterci in discussione, a prendere maggior consapevolezza delle nostre paure e quindi ad agire.

Aurora Musicco

Stampa questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.