Milioni di api morte a causa dei pesticidi: l’allarme di Greenpeace

Una vera e propria strage di api, tra l’8 e il 12 agosto sono morti circa 8 milioni di esemplari.





Greenpeace ha denunciato quella che è a tutti gli effetti una strage di api, sono milioni gli esemplari morti a causa dei pesticidi. Una situazione che ha portato l’associazione ambientalista ad unirsi a diverse associazioni di apicultori per una denuncia contro ignoti presso la Procura della Repubblica.

Tra i reati contestati inquinamento ambientale e danneggiamento. Tra le associazioni scese in campo in questa lotta troviamo l’Unione Nazione Associazioni Apicultori Italiani Apilombardia e Apicoltori Lombardi.

Greenpeace, un’apocalisse di Api: milioni i morti

Morte delle api

La denuncia è stata depositata lo scorso 30 ottobre 2020 e si riferisce a fatti avvenuti tra l’8 e il 12 agosto 2020 in quella che ha tutta l’aria di essere un’apocalisse di api. La moria di api riguarda i territorio lombardo e nello specifico: il territorio tra i Comuni di Azzanello (CR),Borgo San Giacomo (BS), Genivolta (CR) e Villachiara frazione di Villagana (BS).

I comuni, a cavallo del figlio Oglio, sono tradizionalmente una zona agricola, con distese di mais e soia, destinati a diventare poi mangime per animali in allevamenti intensivi, di cui vi abbiamo già parlato in relazione al Covid-19.

La responsabilità dell’agricoltura

A causare la morte di circa 8-9 milioni di api pare siano stati fattori come pesticidi e pratiche agricole. A riprova di questo i campioni prelevati dalle Agenzie di Tutela della Salute e i Carabinieri Forestali. A chiamare per un sopralluogo, gli stessi apicoltori davanti alla moria di milioni di esemplari di impollinatori.

Nei campioni sono state rilevate tracce d indoxacarbchlorantaniprole, due sostante molto diffuse nelle formulazioni di numerosi insetticidi commerciali, usati su mais e ad altre culture. Lo specifica anche Federica Ferrario, la responsabile agricoltura Greenpeace Itala: “Fattori quali pesticidi e pratiche agricole dannose stanno contribuendo ad accelerare la scomparsa di api e insetti, i quali svolgono funzioni importanti negli ecosistemi.”

Le api hanno vitale importanza per l’ecosistema, lo stesso Albert Einstein affermò che se questo animale dovesse sparire all’uomo resterebbero solo 4 anni di vita. Carestie e malnutrizioni porterebbero infatti l’uomo all’estensione.

 

Emanuela Ceccarelli

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *