Molestie, Berlusconi afferma: “Alle donne piace essere corteggiate”. La Boldrini risponde

Il leader di Forza Italia si schiera a favore dell'attrice francese Catherine Deneuve

Fonte: www.thedailybeast.com
0

Negli ultimi giorni si è parlato molto della lettera pubblicata da Le Monde e sottoscritta da un centinaio di donne francesi, tra cui Catherine Deneuve, volta a proteggere il “diritto degli uomini di importunare” dal “nuovo puritanesimo” che sarebbe dilagato dopo lo scoppio del caso Weinstein. Molti hanno espresso la propria opinione a riguardo; tra questi anche Silvio Berlusconi, che ha detto cosa pensa sullo scandalo delle molestie.

Ospite a Porta a Porta nella puntata dell’11 gennaio, ha dichiarato: “Catherine Deneuve ha detto cose sante“. Poi continua: “È naturale che le donne siano contente che un uomo facciano loro la corte. Non è un’offesa fare la corte purché resti nell’eleganza“. Condisce il tutto con la sua tipica ironia: “Io non sono molto pratico perché sono sempre le donne a farmi la corte.




La replica della Boldrini: “Non buttiamola a tarallucci e vino”

molestie

La presidente della Camera ha replicato alle parole del leader di Forza Italia. A Circo Massimo su Radio capital ha usato parole risolute: “Non si può buttarla a tarallucci e vino, facendo finta che sia un argomento su cui ridere. Quando si parla di situazioni nelle quali c’è un esercizio di potere di un uomo su una donna, che passa per il ricatto sessuale, è una cosa gravissima. La vicenda molestie non è una cosa da sdoganare“.

Il corteggiamento è ben gradito quando corrisposto, ma qui parliamo di molestie. Vuol dire che non lavori se non mi concedi ciò che voglio. Questa è una cosa gravissima. Mischiare le due cose è mistificare un problema serio e non è accettabile“.

La Boldrini aveva anche già commentato le parole della Deneuve nei giorni scorsi, durante la trasmissione Otto e Mezzo su La7: “Sono esterrefatta, galanteria e molestie sono due cose diverse“.

Si sta facendo un po’ di confusione

La donna, esponente di Liberi e Eguali, ha detto delle parole – mi permetto di parafrasare il Silvione nazionalesantissime. Le attrici che con coraggio hanno rivelato il mondo di abusi hollywoodiano, hanno raccontato storie che non hanno nulla a che fare con la galanteria. Alcune donne hanno subito stupri e molestie di vario tipo e sono state ricattate dai propri datori di lavoro. Il corteggiamento e la galanteria, pratiche assolutamente lecite, sono ben altro. Fare la corte ad una donna non è un’offesa, certamente, ma non basta solo che sia elegante per non essere offensiva: occorre anche che sia gradita e non imposta.  

Rossella Micaletto

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi