È morto Gianni Boncompagni, innovatore della tv

È morto a Roma all’età di 84 anni. Gianni Boncompagni era nativo di Arezzo, era nato il 13 maggio 1932. L’annuncio all’Ansa è stato fatto dalle sue tre figlie, Claudia, Paola e Barbara :

 Dopo una lunga vita fortunata, circondato dalla famiglia e dagli amici se n’è andato papà, uomo dai molti talenti e padre indimenticabile”.

Gianni Boncompagni ha avuto una lunga carriera, per certi versi è stato un rivoluzionario del mondo dello spettacolo. Debutta alla radio con l’amico Renzo Arbore negli anni sessanta. Autore e conduttore radiofonico  Bandiera gialla e Alto gradimento, approda alla TV con Discoring.  Successivamente, nel 1984 è tra gli autori di Pronto, Raffaella? condotto da Raffaella Carrà. Pronto, chi gioca? ,condotto da Enrica Bonaccorti è  dell’anno seguente, 1985. Prima di passare a Mediaset realizza tre edizioni di Domenica in. Per la TV del Cavaliere Berlusconi s’inventa ” Primadonna “condotto da Eva Robin’s , ma la sua consacrazione definitiva arriva nel 1991 con il programma Non è la Rai. Oltre alla conduttrice “bambinaAmbra Angiolini,  Gianni Boncompagni sarà la fortuna di tante altre soubrette ed attrici che hanno mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo, proprio nell’ambito di quel programma. Infatti, oltre alla stessa Ambra Angiolini, partirono da quel programma le carriere di altre ragazze di quella generazione, una su tutte, Claudia Gerini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *