Musicultura, tante iscrizioni e comitato di qualità

0

Ottimo biglietto da visita per il famoso concorso canoro Musicultura.
L’edizione 2017, infatti, ha visto ben 771 artisti partecipare alle selezioni, dalle quali sono riusciti a qualificarsene 60. In Italia, si tratta del concorso con il maggior numero di partecipanti. La manifestazione ha in passato avuto vincitori celebri come Povia e Simone Cristicchi quando ancora non erano conosciuti al grande pubblico. La competizione comincerà con le audizioni, che si terranno dal 27 gennaio al 19 febbraio e nelle quali ogni partecipante presenterà 3 brani inediti, che serviranno a convincere la giuria e mostrare il proprio “mondo artistico”. Terminata questa fase, il numero dei partecipanti si ridurrà a 16, che dovranno poi essere ulteriormente giudicati dal direttore artistico del festival Piero Cesanelli con l’ausilio del Comitato Artistico di Garanzia composto da:

Enzo Avitabile, Claudio Baglioni, Luca Carboni, Ennio Cavalli, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Giorgia, Lo stato sociale, Maurizio Maggiani, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione, Stefano Zecchi.

Ogni puntata di audizioni sarà aperta da un cosiddetto “padrino”, ovvero un’importante artista della musica italiana. Per la prima data del 27 gennaio ad esibirsi sarà il cantautore milanese Alberto Fortis. Ad aggiudicarsi l’ultima edizione del festival è stato il giovane benventano ex-concorrente di The Voice of Italy Gianfrancesco Cataldo con il brano Marta. La finalissima si svolgerà a giugno presso l’Arena Sferisterio di Macerata. Al vincitore sarà consegnato il Premio UBI – Banca Popolare di Ancona del valore di 20.000 euro.

Appuntamento quindi a fine gennaio  per l’inizio di questa importante edizione di Musicultura, che riesce sempre a distinguersi soprattutto per la qualità degli artisti emergenti e la visibilità che fornisce agli stessi, quando sempre di più i talent show cercano di valorizzare altri aspetti e gestire il talento in relazione ai numeri delle vendite e delle visualizzazioni su YouTube.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi