I negozi rischiano di chiudere nonostante i saldi estivi

Queste settimane la Confesercenti stando agli ultimi dati, molti negozi non ce l’hanno fatta a riprendersi dalla crisi.
Si preannuncia un inizio d’anno molto difficile, infatti si ipotizza la chiusura di circa 300 negozi entro settembre e questa è una vera mazzata per tutti i commercianti che nonostante i saldi, non sembrano aver avuto alcun effetto positivo.
Questa di certo è una cattiva notizia per tutti gli interessati nel settore che vogliono aprire un negozio o più semplicemente lavorare nel settore, vengono scoraggiati dal farlo dovuto proprio a questi dati molto negativi.

http://www.emozioniolfattive.it/it/settori-di-utilizzo/abbigliamento
http://www.emozioniolfattive.it/it/settori-di-utilizzo/abbigliamento

Continuando ad analizzare i dati, la cosa che più preoccupa sono che i negozi con meno incassi sono proprio quelli degli indumenti e accessori come scarpe e vestiti, questo fa riflettere molto anche la situazione delle persone che a causa di una forte crisi non sono più disposti a spendere dei soldi per grandi marche per gli indumenti.
Da questa situazione sembra invece far sorridere  i venditori ambulanti che grazie ai prezzi più bassi, le persone sono disposte a spendere i soldi, anche se non è garantita la qualità del vestito o accessorio acquistato.
Di fatto queste persone lavorano in nero e sono persone che si vedono perlopiù nelle spiagge di tutta Italia e nei vari mercatini dei piccoli paesi.

Ritornando al discorso dei negozi, molti commercianti avevano sperato in una ripresa con i saldi estivi ma cosí non è stato e non sanno più come fare, visto che il boom di acquisti solitamente si hanno durante le pause estive, dove le persone sono più disposte a comprare, almeno era cosí fino a qualche anno fa.

Di certo oltre a rischiare che chiudano altri negozi chi rischia ancora di più, sono i commessi che con la chiusura dei negozi rischiano di perdere il loro lavoro e dopo la probabile chiusura di 300 negozi in alcune città tra cui Roma e Milano, i commessi sperano che non avvenga un danno ancora più duro. Basandosi sugli incassi estivi di quest’anno che si sono dimostrati molto negativi per tutti negozi, staremo a vedere se la situazione critica nel campo dei commercianti sarà migliore nel mese che ci sarà o rimarrà nella situazione critica che c’è stata in questo periodo ma è inutile fare pronostici si vedranno i risultati nei mesi che verranno ma di certo i dati divulgati sono veramente allarmanti.

                                  Matteo Ghilardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *