Non fare il furbo Bastianich!

Il giudice di Masterchef trasforma l’“Orsone” da agriturismo a esercizio di ristorazione

0

Dopo l’uscita infelice a Masterchef, per Bastianich arriva un nuovo cazziatone dalla Guardia di finanza. Pare infatti che il giudice del programma di cucina di Sky non abbia dichiarato alcune entrate.

Il ristorante “Orsone” di Bastianich




Il ristorante “Orsone” di Joe Bastianich che si trova a Cividale del Friuli, a Udine è stato sottoposto a controlli da parte della GdF, legati alla denominazione sociale. Questo perché, al momento dell’apertura, l’italo – americano avrebbe goduto dei benefici fiscali previste per le società agricole.

Ma il ristorante “Orsone”, dopo l’inaugurazione, si è trasformato in esercizio di ristorazione. La legge, infatti, impone che, per essere denominato agriturismo e godere delle agevolazioni fiscali, occorre il rispetto di determinati requisiti. Tra questi vi è la coltivazione diretta dei prodotti che deve rimanere l’attività principale dell’azienda. Non solo, c’è infatti un altro elemento che Bastianich non ha considerato: l’apertura del locale non deve superare i 220 giorni l’anno.




Secondo gli accertamenti della Guardia di Finanza, sarebbero venuti a mancare i vincoli disposti dalla normativa regionale in merito alla provenienza degli alimenti. L’agriturismo, inoltre, sarebbe rimasto aperto per più di 220 giorni all’anno.

Il risparmio di Bastianich

Grazie alle agevolazioni fiscali connesse all’esercizio di agriturismo, Bastianich ha mantenuto il regime fiscale previsto per gli agriturismi. Regime fiscale che, di fatto, è completamente diverso da quello previsto per l’esercizio di ristorazione e che gli ha fatto risparmiare parecchi soldi. Secondo la Guardia di Finanza, infatti, il giudice di Masterchef non ha pagato le tasse dovute su un importo notevole: circa un milione di euro.

Bastianich dovrà difendersi davanti al giudice il prossimo 7 giugno non solo per le contestazioni relative a redditi non dichiarati ma anche per un altro elemento. L’italo – americano, infatti, ha assunto il personale dell’ “Orsone” con contratti agricoli, ma di agricolo c’è ben poco.




Forse Bastianich non aveva intenzione di fare il furbo ma di riuscire ad ottenere una stella Michelin per la sua attività. Proprio come quelle attribuite ai suoi colleghi di Masterchef.

 

Elena Carletti

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi