Olio di CBD e suoi benefici

0

La letteratura scientifica di tutto il mondo ci mostra come l’olio di canapa è utile nel trattamento di numerosi disturbi: epilessia, cancro, disturbi neurovegetativi e lotta alla tossicodipendenza.

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un acceso dibattito sull’utilizzo dell’olio di CBD o olio di cannabis (CBD), sui suoi benefici e sui suoi ipotizzati svantaggi. Cercheremo di fare chiarezza su questo argomento, per capire i pro e i contro e quali sono gli effetti cannabis, anticipando da subito che il CBD è oggetto di molti studi e ricerche che ne affermano sempre di più i suoi risultati positivi sulla salute fisica e psichica dell’uomo.

Cosa è l’olio di cannabidiolo

All’interno delle piante di marijuana sono presenti delle sostanze chimiche dalle quali viene estratto l’olio di cannabidiolo o di cannabis (CBD olio).

Le parole cannabis e olio di canapa destano molto sospetto in quanto la pianta di marijuana è spesso associata al suo utilizzo da parte di giovani (ma anche meno giovani) per uso ricreativo e psicoattivo. In realtà, l’effetto ricercato da queste categorie di consumatori è provocato da un altro cannabinoide, chiamato Δ9-tetraidrocannabinolo (THC).

All’interno dell’olio di cannabis, invece, come si è già specificato, abbiamo il CBD, che non ha effetti psicoattivi e tossici. Anzi, numerosi studi mostrano quanto, in realtà, questo abbia effetti positivi per la salute.

Abbiamo selezionato per voi alcune ricerche scientifiche che avvalorano quanto detto finora.

CBD per il trattamento dell’epilessia

Una ricerca condotta dalla Vanderbilt University School of Medicine (USA) ha riportato uno studio retrospettivo che prende in considerazione l’efficacia dei preparati artigianali a base di CBD in bambini effetti da epilessia.

A un campione di 108 bambini in età pediatrica sono state somministrate dosi di olio di cannabis in aggiunta alle tradizionali molecole conosciute per il trattamento delle convulsioni. Rispetto a chi utilizzava solo i farmaci convenzionali, l’aggiunta di CBD ha evidenziato una riduzione del 50% dei sintomi, e nel 10% si è registrata la totale scomparsa delle crisi epilettiche.

La tesi è sostenuta e avvalorata da un ulteriore studio condotto dalla Yale University (Connecticut), che sostiene le proprietà anticonvulsionanti dell’estratto purificato di cannabidiolo.

Effetti antitumorali e analgesici

Alcuni ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia hanno analizzato diversi studi che hanno descritto il CBD come una molecola multitarget. Questa, agirebbe come adattogeno e modulatore in base al disequilibrio presente nel cervello o nel corpo, senza effetti psicoattivi come nel THC. Inoltre, le sue proprietà lo inseriscono sempre di più nella classificazione di antitumorale, ponendolo al centro dell’attenzione di numerosi studi scientifici.

Già molti sottolineano il ruolo importante che questo ha avuto nell’inibizione della progressione di diversi tipi di cancro negli animali. Somministrato, poi, dopo cure radioterapiche, il CBD sarebbe in grado di inibire la proliferazione delle cellule tumorali.

Altri effetti cannabis positivi in oncologia riguardano le proprietà antinausea, antivomito e analgesiche, per le terapie post chemioterapiche e per la terapia del dolore.

Trattamento per i disturbi d’ansia

L’olio CBD ha una altissima efficacia nel trattamento dei disturbi d’ansia, degli attacchi di panico, del disturbo ossessivo-compulsivo e in quello da stress post-traumatico.

A sostenerlo è una ricerca della New York University School of Medicine (USA) che supporta il ruolo ansiolitico del CBD e sostiene la necessità di ulteriori studi per approfondire il forte potenziale di questo componente della cannabis.

Possibilità di trattamento dei disturbi neurovegetativi

Le malattie neurovegetative sono causate dalla perdita di neuroni in alcune zone del sistema nervoso. A causa di queste perdite, si riscontrano disturbi neurovegetativi, il cui meccanismo è ancora in parte sconosciuto e, ovviamente, gli approcci terapeutici sempre in via di sperimentazione.

Uno degli agenti più promettenti, secondo uno studio dell’Instituto De Investigacìon in Neuroquìmica (Spagna) è il CBD, che con le sue proprietà antinfiammatorie, antipsicotiche, antiossidanti, anticonvulsionanti e entiemetiche, ha un forte potenziale neuroprotettivo.

Riduzione dell’infiammazione sullo stress ossidativo

Studi condotti dalla University of Mississipi Medeical Center (USA) hanno dimostrato come il CBD oil è efficace nel trattamento delle malattie infiammatorie derivate da stress ossidativo, come artrite reumatoide, arterosclerosi, depressione, diabete di tipo 1 e 2, sindrome metabolica, dolore neuropatico, morbo di Alzheimer, lesione da ischemia-riperfusione, ipertensione, sindrome metabolica.

L’olio di CBD attiverebbe il sistema immunitario riducendo la progressione dello stress ossidativo.

Prevenzione nella ricaduta dell’uso di droghe

Sembrerebbe un paradosso ma l’olio CBD sarebbe utile per il trattamento delle tossicodipendenze.

Questo, rimarcando il fatto che il CBD non ha gli stessi effetti del THC, sostanza che, invece, crea dipendenza.

Uno studio sperimentale effettuato per il momento solo su ratti con storie di alcol e cocaina auto indotte, ha dimostrato che la somministrazione di olio di canapa con intervalli di 24 ore per 7 giorni ha indotto un regime di disintossicazione e un’attenuazione dei sintomi di dipendenza fino a 5 mesi pur se, una volta interrotto il trattamento, livelli di CBD sono stati rilevabili nel corpo solo per i successivi 3 giorni.

La ricerca apre la sperimentazione anche sull’uomo con promesse di sviluppi terapeutici.

Gli studi e le ricerche citati sono solo alcuni rispetto all’ampia letteratura scientifica che ha come oggetto l’utilizzo CBD oil per la cura di numerosi disturbi.

Ciò che è certo è che l’olio di CBD si sta rivelando essere sempre di più un rimedio efficace, attirando la curiosità dei ricercatori di tutto il mondo.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi