24 maggio 2018: scatta l’Overshoot Day per l’Italia

Overshoot Day 2018: il Bel Paese è in debito con l'ambiente. Da oggi alla fine dell'anno sono terminate le risorse naturali dell'Italia.

Da oggi, 24 maggio 2018, scatta l’Overshoot Day dell’Italia: questa data rappresenta il giorno in cui abbiamo consumato le risorse naturali rinnovabili del nostro territorio, secondo un complicato (ma condiviso) modello di calcolo statistico.

Fonte: it.aliexpress.com
0

Overshoot Day 2018: il Bel Paese è in debito con l’ambiente. Da oggi alla fine dell’anno sono terminate le risorse naturali dell’Italia.

Da oggi, 24 maggio 2018, scatta l’Overshoot Day dell’Italia: questa data rappresenta il giorno in cui abbiamo consumato le risorse naturali rinnovabili del nostro territorio, secondo un complicato modello di calcolo statistico.
L’Overshoot Day è un’iniziativa promossa dal 2006 dal Global Footprint Network , un’organizzazione internazionale di ricerca ambientale. Il Network, nato nel 2003 e guidato da Mathis Wackernagel, si pone come obiettivo di concretizzare  un futuro sostenibile, in cui tutti abbiano la possibilità di vivere in maniera soddisfacente con le risorse messe a disposizione dal nostro pianeta.

Come si calcola ?

La data si determina calcolando il numero di giorni dell’anno nei quali la Terra è capace di rigenerare le risorse naturali (biocapacità) che abbiamo consumato.
Le risorse consumate (impronta ecologica) e la biocapacità si misurano in ettari globali.  Si calcola  la superficie terrestre necessaria a fornire quello che serve a una persona (cibo, fibre , legno, zone occupate dalle infrastrutture urbane, piante che occorrono ad assorbire la CO2  che emettiamo)
Nello specifico, l’Overshoot Day della Terra per il nostro Paese è stato determinato attribuendo le risorse consumate da un italiano medio all’intera popolazione mondiale. Quindi il dato ottenuto è stato confrontato con la biocapacità globale.

 

In parole povere, gli italiani hanno esaurito in 5 mesi le risorse annuali messe a disposizione dalla Terra.
Dunque, se tutte le popolazioni del mondo vivessero come gli italiani occorrerebbero  2,6 pianeti Terra !!!



L’impronta ecologica dell’Italia presenta un valore procapite di 4,3 ettari globali (o gha), superiore alla media Mediterranea pari a 3,2 gha pro capite: inferiore a quella dei francesi (4,7), ma maggiore di quella degli Spagnoli (3,8).
Le ragioni sono fondamentalmente due: il consumo di cibo poco sostenibile e il trasporto delle merci.

 

Per valutare la propria impronta ecologica si può utilizzare la versione italiana del Footprint Calculator.

Questo strumento consente di stabilire il proprio Overshoot Day e provare a spostarlo in avanti adottando uno stile di vita più sostenibile.

La sfida personale può anche incoraggiare altre persone  tramite la condivisione sui social con l’hashtag  #MoveTheDate.

Alessia Cesarano

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi