All’asta bellissime auto d’epoca

Auto da sogno all’asta che si apre oggi con la settimana dell’arte. Organizzata da Pandolfini nei giardini dellla splendida Villa La Massa a pochi km dal centro di Firenze. Location da la Villa d’Este Hotels S.p.A..





La prima di un fitto calendario di aste – che si svolgeranno tra maggio e giugno – della programmazione primaverile della casa d’aste Pandolfini.

Le auto della vendita sono in esposizione già dal 25 maggio nel parco della residenza. Si tratta di auto classiche, che sono delle vere e proprie opere d’arte. Sia per meccanica che per stile.

Auto che sono centro di un collezionismo di rilevante attualità con un mondo di riferimento che talvolta ha contiguità con altri settori collezionistici. Come Orologi e Gioielli. Vendite, entrambe, previste il 30 maggio nelle sale di Palazzo Ramirez-Montalvo.

La varietà di auto classiche all’asta

Tra le auto ne elenchiamo alcune che si distinguono tra loro per marca, epoca e tipologia. Tutte conservate o restaurate, con una caratteristica comune: la grande qualità, che in alcuni casi si uniscae alla freschezza sul mercato.

Tra loro va annoverata la pregiata BMW 3.0 CSL, ovvero la “Batmobile” del 1973. Modello di auto realizzato con l’obiettivo di ottenere l’omologazione per le corse. Stimata per un valore di 290mila-350mila euro.

Dove la produzione prevista era di 500 esemplari.L’auto è in perfette condizioni di origini, non avendo mai corso e tantomeno mai restaurata.

Presente anche la cabriolet BMW 327/28, 1938, dotata di un potente motore della 328 unito alla lussuosa carrozzeria della 327. Un modello ibrido dei due modelli nato per conformarsi a entrambe le caratteristiche.

Le auto della Gran Bretagna

La Triumph TR4A importata in Italia dalla Ducati, a’asta per per il valore 25.000/30.000 euro. Auto del 1965, splendente nella sua livrea originale Signal Red. Porta ancora il marchio della Ducati Meccanica.

Del 1961 è la JAGUAR Mk IX. Figura l’ultima evoluzione della stirpe di grandi berline con il telaio separato. Realuzzate durante la guerra e commercializzate a partire dal 1950.

È integrata nell produzione dell’ultimo anno, e sono solo 382 i modelli costruiti dopo di lei.L’auto è in vendita al costo di 35.000/40.000 euro.

Le case italiane negli anni ’50

Anni in cui la passione per lo sport automobilistico visse un’epoca d’oro. E a dominare le corse erano soprattutto le Case Italiane.

Contesto in cui l’industria automobilistica si attrezzò per soddisfare le esigenze del pubblico. Realizzò prodotti pensati per l’uso sportivo, provenienti dai modelli di grande serie per contenerne i costi.

La Fiat 1100 TV (Turismo veloce) fu uno dei più riusciti. Prodotta in pochi esemplari nella versione pianale (senza carrozzeria). Tra essi ci è la coupé prodotta in sole due serie, dalla Pinin Farina.

Quella presente all’asta è valutata 150.000/180.000 euro ed è una FIAT 1100 TV Pinin Farina, 1955. Legata al mondo delle Mille Miglia.

Sempre Fiat ricordiamo la FIAT 500 TOPOLINO del 1944, rarissima produzione di guerra. Una berlina con la carrozzeria trasformabile stimata 12.000/15.000 euro.

Da non tralasciare la FIAT 500 F, 1968. Auto che ha percorso circa 36,800 chilometri, è mantenuta in condizioni eccellenti ed è stimata 6.000/8.000 euro.

Giulietta Sprint 3° serie 1962




Anch’essa messa in vendita da Pandolfini come le altre Asta di auto classiche a Villa La Massa possiede ancira tutte le caratteristiche originali. Libretto incluso. Si eibisce con le targhe d’epoca con una valutazione di 55.000/60.000 euro Auto che ha alimentato i sogni dei giovani degli anni ’60.

 

Felicia Bruscino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *