Pet Influencer: quanto fanno guadagnare ai padroni?

Foto: delucchiplus.com
0

Non è una novità che anche gli animali, con il giusto addestramento, possono essere di supporto in diversi settori lavorativi. Esistono infatti i cani anti droga, quelli da salvataggio o di guardia, e poi ci sono loro: i pet influencer. Carini e coccolosi, sono in grado di guadagnare più di uno stipendio medio italiano grazie ad una sola foto postata sui social network. D’altra parte se si sbircia un po’ su Instagram, ci si rende facilmente conto che sono sempre più frequenti gli animali che hanno un account tutto loro. Ovviamente, fino a prova contraria, il loro contributo è minimo: a metterci lo zampino in questo caso, sono gli stessi padroni.

pet influencer
Fonte: adweek.com

Tuttavia, ciò che può sembrare soltanto una fonte di divertimento o una sorta di narcisismo da parte di personaggi pubblici, è in realtà un vero business, e non da poco: un cane con 20mila follower, se sponsorizzato può guadagnare circa 200 euro a post, cifra che può salire perfino a 3.000 euro se al numero di follower si aggiunge uno zero. Tutto ciò ineluttabilmente a loro insaputa. D’altronde le piccole star a quattro zampe non immaginano nemmeno di guadagnare (o meglio, di far guadagnare ai loro proprietari) tutti questi soldi. Inoltre, contrariamente a quanto si possa pensare, a volere come testimonial il miglior amico dell’uomo, non sono solo i produttori di cibo o accessori per animali, ma anche altri brand che producono abbigliamento, bevande e quant’altro.



Dunque, il celebre cane di Chiara Ferragni non è un caso isolato: sulla rete è presente anche il bull dog di Lady Gaga con i suoi 240mila follower, e nemmeno Michelle Hunziker si è tirata indietro nel creare un account per i suoi barboncini toy. C’è da dire che ad apparire su Instagram non sono soltanto i musetti di coloro che vivono con dei personaggi famosi, ma il fenomeno si sta allargando tanto da aver addirittura creato dei social network ad hoc, come BePuppy o DruzhOK. Non solo, è nata perfino un’agenzia di comunicazione, The Dog Agency, che si occupa di valorizzare il più possibile l’immagine degli animali sui social. E’ proprio questo ciò che si intende quando si dice che il digitale nasconde numerose opportunità?

Roberta Rosaci

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi