Piaggio lancia Gita, la valigia del futuro che segue l’utente in tutti i suoi spostamenti

Presentata per la prima volta in occasione dell'inaugurazione del Museo Piaggio

Piaggio, conosciuta principalmente per essere la casa di produzione della Vespa, in questi giorni, ha lanciato la nuova valigia robotica dal nome Gita.

0

Dalla Vespa al Ciao, dalle moto sportive a quelle da collezione, questi sono solo pochi esempi che han reso Piaggio uno dei brand di moto più famosi al mondo. A partire da oggi ad aggiungersi a questo elenco ci sarà anche Gita, il nuovo robot trasportatore che segue gli esseri umani in ogni loro spostamento.

Corriere della Sera



Presentata all’inaugurazione del Museo Piaggio a Pontedera, questa innovativa valigia elettronica è frutto di numerosi studi del centro di ricerca Piaggio a Boston. In questo spazio espositivo, oltre a Gita, sono presenti anche due nuove collezioni: una dedicata esclusivamente alle novità dal punto di vista dei motori e l’altra invece di matrice più storica con una breve digressione sulla fondazione di questa azienda. A detta del presidente di Piaggio, Roberto Colaninno:

“Siamo una culla di italianità che sa guardare e progettare il suo futuro. Mi piace definire questo luogo non un museo, perchè nei musei si mette ciò che non c’è più in attività, ma un’esposizione permanente dell’ingegno italiano. Pontedera è l’azienda centrale del gruppo, è fondamentale, è quella che in qualche modo guida tutte le nostre attività nel mondo.”

Cos’è esattamente Gita e come funziona?





Gita appartiene ad una nuova serie di veicoli dalle qualità si robotiche. Realizzata dalla Piaggio Fast Forward, centro di ricerca americano specializzato sulla mobilità del futuro, va altre al concetto di robot adoperando in maniera costruttiva le nuove tecnologie come sensori e intelligenza artificiale.

“Una storia che oggi guarda al futuro con Piaggio Fast Forward, la società con sede a Boston, grazie alla quale il gruppo ha cominciato a esplorare il mondo della robotica applicata alla mobilità umana”.

A differenza dei soliti veicolo autonomi cui siamo soliti pensare o immaginare, Gita assume principalmente la funzione di supporto all’essere umano. In poche parole dove va l’uomo, Gita accompagna portandosi dietro un carico pari a 22 chili. Inoltre, grazie ai vari sensori, è capace di evitare ostacoli e muoversi autonomamente in un ambiente già mappato in precedenza. Se accostato ad un essere umano non raggiunge mai alte velocità cercando sempre di rimanere al passo, mentre invece in solitaria più raggiungere anche fino a 35 chilometri orari.



Al momento Gita è l’ultima tecnologia nata in casa Piaggio. Presentata in questi giorni, andrà finalmente in produzione entro la fine di quest’anno.

Silvia Barbieri

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Cliccando su Accetta, acconsenti all'utilizzo dei cookie e di eventuali dati sensibili da parte nostra; secondo le normative vigenti GDPR. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi