La capitale è nel mirino? a Pasqua piano anti terrorismo a Roma per la presenza di un tunisino sospetto. Segnalazioni e foto

Sale l'allerta terrorismo a Roma dopo l'allarme bomba al centro della città

Per la settimana pasquale previsti oltre 2 mila agenti nelle ‘zone rosse’ della capitale

terrorismo a Roma
0

Settimana pasquale difficile dal punto di vista della sicurezza, per la capitale. Roma si prepara ad accogliere più di un milione di turisti in questi giorni. Dunque l’allerta terrorismo a Roma sale tanto che le forze dell’ordine hanno proposto alla Sovrintendenza di schierare più uomini possibili.

Fonte: roma.repubblica.it

Stiamo parlando ad esempio dei musei della capitale che saranno sicuramente ‘presi d’assalto’ dai visitatori. Quest’anno la Pasqua cade infatti nella prima domenica del mese che prevede ingressi gratuiti nei ritrovi di arte a Roma. E ancora, per i maggiori monumenti come il Colosseo, è addirittura previsto una sorta di schieramento per mantenere ‘blindata’ la zona cosiddetta ‘rossa’. Sono circa 4.400 gli obiettivi designati per essere sorvegliati e messi in sicurezza dalle forze dell’ordine e di questi, quattrocento, sono in primo piano. Dall’inizio dell’allarme terrorismo, dopo le vicende spiacevoli che hanno riguardato la città di Parigi nel 2015, il piano di sicurezza non si è più limitato solo a San Pietro e al Colosseo.

Il movimento antiterrorismo, infatti, si è allargato anche ad altri monumenti, alle piazze del centro storico, fino alle stazioni dei treni e alle metropolitane. E ancora agli aeroporti, ai porti, agli uffici diplomatici, alle compagnie aeree, ministeri e luoghi frequentati dai giovani la sera come il quartiere Trastevere Testaccio. Poi San Lorenzo, Ponte Milvio, fino all’Eur, tutte location scelte per la movida capitolina. Tutto questo allarmismo e la paura del terrorismo a Roma è scattato soprattutto in seguito a quanto accaduto nella giornata di ieri presso la Rinascente di via del Tritone a Roma.

Dopo il falso allarme bomba ieri a Roma….




Una telefonata anonima annuncia un allarme bomba che sarebbe avvenuto proprio lì, nel concept store più bello d’Europa sempre affollato di persone. L’allarme è stato poi ritenuto falso, ma, le forze dell’ordine e gli agenti dell’antiterrorismo, non hanno sottovalutato l’accaduto e hanno dato il via al piano sicurezza in vigore da questo giovedì fino al giorno di pasquetta. La tesi di un presunto attacco terroristico nella capitale nasce anche da una lettera anonima spedita all’ambasciata italiana a Tunisi.

….Il tunisino sospetto




 

Fonte: roma.corriere.it

Nella lettera si evince l’intenzione di un uomo tunisino di nome Atef Mathlouthi di voler compiere una serie di attentati proprio al centro di Roma. Ora è caccia a questo tunisino di 41 anni che ha precedenti per spaccio di droga. La segnalazione è stata giudicata attendibile ed è scattato quindi il dispositivo di sicurezza, con il coinvolgimento anche delle altre forze dell’ordine impegnate nella prevenzione antiterrorismo.

 

 

 

Fonte: quotidiano.net

La foto che ritrae il volto dell’uomo sospetto ora ricercato, sta facendo il giro del web. Sta chiaramente girando in tutti gli uffici investigativi e anche tra le volanti e i posti di blocco che stanno operando nella capitale. Tutto secondo il modello adottato dall’inizio dell’allarme terrorismo, quindi dal 2015 in seguito ai primi attentati folli. E’ ancora da stabilire se, come è stato rilevato nel caso di Redouane Lakdim, un 26enne, marocchino con documenti francesi, responsabile dell’attacco di Trebes, anche questo signore tunisino sia radicalizzato e abbia seriamente a che fare con i luoghi di culto islamico ed estremisti per secondi fini a Roma, o anche in altre città. Speriamo in un falso allarme anche in questo caso.




Ebbene, proprio in questo momento, sono in corso accertamenti per stabilire la pericolosità effettiva del ‘giro’ cui appartiene il tunisino. C’è anche da dire che proprio ultimamente, a proposito di terrorismo a Roma, sono spariti, o meglio, sono stati proprio rubati, ben tre camion in una rimessa in città. Si teme, o non si esclude, possano essere stati prelevati per essere utilizzati per scopi folli come attentati in pubblico. Gli agenti dell’antirerrorismo stanno lavorando anche su questo. Ma niente ci impedirà di festeggiare la Santa Pasqua e di partecipare alle belle manifestazioni che si terranno a Roma, come la storica Via Crucis che è uno spettacolo di natura storico-religiosa di grande magia e atmosfera, cui andremo sicuramente in tanti.

                                                                                                                                                            Claudia Marciano

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. More Info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi